Quel percorso adolescenziale segnato da abusi


GLI INCONTRI CON UN SACERDOTE STRAORDINARIO A MEDJUGORJE, E CON LA COMUNITÀ ECCLESIASTICA GUIDATA DA UNA SUORA ECCEZIONALMENTE CARISMATICA, HANNO ACCESO IN GIORGIO PONTE UNA LUCE CHE NON LO HA PIÙ ABBANDONATO

Di Alessandro Franchi

Seconda parte (vedi la prima parte qui) dei nostri colloqui con Giorgio Ponte, scrittore, professore, persona con attrazioni omosessuali, espostosi pubblicamente in favore della visione cristiana dell’essere umano, del matrimonio, della famiglia naturale.

In questa seconda puntata Giorgio ha voluto condividere con noi il suo percorso adolescenziale segnato purtroppo da alcune vicende di abusi, ma anche dalla straordinaria scoperta di un Dio Personale, che si può incontrare e sperimentare direttamente.

In particolare, gli incontri con un sacerdote straordinario a Medjugorje, e con la comunità ecclesiastica guidata da una suora eccezionalmente carismatica, hanno acceso in lui una luce che non lo ha più abbandonato.

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments