Biden colpisce ancora: aborto per tutti!


CHISSÀ CHE NE PENSANO GLI ECCLESIASTICI CHE VORREBBERO DARE LA COMUNIONE A BIDEN E CHE CONTINUANO A COMPIACERSI DELLE SUE DICHIARAZIONI DI CATTOLICITÀ?

Di Diego Torre

Con un ordine esecutivo Biden ha lanciato il suo ennesimo messaggio a favore dell’aborto, annullando la Mexico City policy, che impediva l’accesso ai fondi federali per quelle organizzazioni non governative promotrici dell’interruzione di gravidanza nel mondo, istituita nel 1984 dal presidente Reagan,  regolarmente annullata dai presidenti democratici, Bill Clinton e Barack Obama, e ripristinata da quelli repubblicani, Bush padre e figlio e Trump.

Inoltre egli ha ampliato con un memorandum le sovvenzioni per i gruppi che sostengono la pianificazione familiare e l’aborto, ripristinando i finanziamenti  a realtà come la multinazionale Planned Parenthood, che gestisce consultori e abortifici.

Inoltre il “cattolico” Biden intende rivedere l’Hyde Amendment, che limita i finanziamenti all’aborto ai casi di incesto, stupro o salvaguardia della vita della donna e sta preparando ulteriori misure per finanziare l’aborto fuori dagli Stati Uniti.

Ma i vescovi Usa non stanno aspettando le prossime mosse e con una nota dell’arcivescovo Joseph F. Naumann di Kansas City, presidente del Comitato per le attività pro-vita della Conferenza dei vescovi cattolici degli Stati Uniti, e il vescovo David J. Malloy di Rockford, presidente del Comitato per la giustizia e la pace internazionale denunciano:  “È grave che uno dei primi atti ufficiali del presidente Biden promuova attivamente la distruzione di vite umane nelle nazioni in via di sviluppo. Quest’ordine esecutivo è antitetico alla ragione, viola la dignità umana ed è incompatibile con l’insegnamento cattolico. Noi e i nostri fratelli vescovi ci opponiamo fermamente a questa azione”. “Esortiamo il presidente ad usare il suo ufficio per il bene, dando la priorità ai più vulnerabili  compresi i bambini non nati. Come maggior fornitore non governativo di assistenza sanitaria nel mondo, la Chiesa cattolica è pronta a lavorare con lui e la sua amministrazione per promuovere la salute globale delle donne in modo da favorire lo sviluppo umano integrale, salvaguardando i diritti umani innati e la dignità di ogni vita umana, a partire dal grembo materno“.

Inoltre  118 parlamentari gli hanno subito scritto chiedendo a Biden un salutare ripensamento; il presidente non ha risposto.

E siamo ancora alla prima settimana!!! Chissà che ne pensano gli ecclesiastici che vorrebbero dare la Comunione a Biden e che continuano a compiacersi delle sue dichiarazioni di cattolicità? Chissà che ne pensano i cattolici che lo hanno votato e coloro che vorrebbero “garbatamente” confrontarsi e collaborare con lui ? Dinanzi allo tsunami abortista con cui Biden sta investendo gli USA,  con velocità e determinazione straordinarie, e che poi toccherà il resto del mondo,  continueranno ad usare parole vellutate e ad accarezzare la bianca, rassicurante chioma del neo presidente? Eppure né Biden né la Harris avevano nascosto le loro convinzioni in merito!

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments