La fumettista Rossella Cea sbarca nella Russia di Putin


SARANNO PROPOSTE DODICI OPERE DELL’ARTISTA ITALIANA CHE RAPPRESENTANO LE SUE INTERPRETAZIONI DI FAMOSI PERSONAGGI DEL FUMETTO CONOSCIUTI IN TUTTO IL MONDO

Di Bruno Volpe

Per tutto il mese di Marzo a Mosca (Federazione Russa), presso il prestigioso centro culturale Meridian, nel cuore pulsante della città, due passi dalla piazza Rossa, si svolgerà una mostra personale che offrirà ai russi i fumetti di Rossella Cea.

La mostra, già portata a Potenza nel 2019, che sarà portata in altri luoghi in giro per il mondo, Covid permettendo, sarà multimediale, ovvero una proiezione su grandi schermi di 12 opere dell’artista italiana che rappresentano le sue interpretazioni di famosi personaggi del fumetto conosciuti in tutto il mondo, tra cui spicca l’omaggio al fumetto russo con l’interpretazione della spia russa Nika Chaikina, detta Red Fury, amato personaggio della Bubble comics.

Rossella Cea, pittrice, fumettista, scrittrice (è l’autrice del romanzo “Armonie Riverse”) è una vignettista barese ed esporrà in una città, Mosca, dove musei, teatri e cultura non si sono mai fermati a causa del Covid.

Dal primo al 31 Marzo, quindi, con la mostra dal titolo “Sogno e fumetto”, ci sarà un pezzetto di Italia nella Russia di Putin.

L’artista, che ha studio a Modugno (Bari), ha già esposto sue opere in diverse città, come a Basilea, Shanghai, Venezia, Firenze, Ferrara, Roma, Spoleto, Assisi, New York ecc.

Rossella Cea, che è anche una traduttrice, ha pubblicato numerose traduzioni di testi in lingua nel settore tecnico, legale e letterario.

Allieva del famoso fumettista italiano Carlo Peroni, ha collaborato come fumettista e illustratrice con importanti riviste come Diabolik e Corriere dei Piccoli.

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments