Dicono che Dio non castiga, ma la storia sacra dimostra il contrario…


SU QUESTA TERRA, I CASTIGHI DI DIO SONO MEDICINALI, PER CURARE LA MALA VOLONTÀ E INDURLA AL PENTIMENTO

Di Padre Giuseppe Tagliareni

Dicono che Dio non castiga; ma la storia sacra dimostra il contrario.

Adamo ed Eva peccarono e furono cacciati via dall’Eden per una vita tra lacrime e tribolazioni.

Caino uccise suo fratello Abele e Dio lo punì con una esistenza amara e raminga.

Su questa terra, i castighi di Dio sono medicinali, per curare la mala volontà e indurla al pentimento.

Ci fu un tempo in cui la malizia umana fu generale: “Il Signore vide che la malvagità degli uomini era grande sulla terra e che ogni intimo intento del loro cuore non era altro che male, sempre” (Gen 6,5).

Allora decretò di fare pulizia su tutta la terra abitata, mediante il diluvio: una pioggia ininterrotta per quaranta giorni, che spazzò via ogni essere vivente: uomini e bestie.

“Noè era uomo giusto e integro tra i suoi contemporanei e camminava con Dio” (v.9), per questo fu risparmiato, lui e la sua famiglia, con tutti gli animali che Dio volle. Essi entrarono nell’arca preparata appositamente, la quale galleggiò sulle acque, salvando tutti i suoi abitanti. L’arca di salvezza rappresenta Maria (cfr. Ap 11,19).

Gesù ammonisce di guardarsi dal “lievito” dei farisei e di Erode. I primi pretendevano segni dal cielo e diffondevano incredulità.

Erode non si era convertito col Battista; ora vuole conoscere Gesù, ma non per cambiare vita.

Così oggi: sono molti che tentano Dio col rifiutare i suoi richiami e i suoi inviati: essi amano il peccato e rischiano d’indurire il cuore fino alla morte.

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments