Nel “Padre Nostro” c’è tutto e nell’ordine giusto


Non c’è da chiedere altro

Di Padre Giuseppe Tagliareni

Dio è onnipotente; così pure la sua Parola. Ciò che Egli dice, si compie, anche dopo molto tempo.

Egli fa tutto con la sua Parola: crea dal nulla, illumina, feconda, guida, consola, giudica, premia, condanna, perdona, guarisce, fa crescere e fruttificare.

«Come la pioggia e la neve scendono dal cielo e non vi ritornano senza avere irrigato la terra, senza averla fecondata e fatta germogliare, perché dia il seme a chi semina e il pane a chi mangia, così sarà della mia parola uscita dalla mia bocca: non ritornerà a me senza effetto, senza aver operato ciò che desidero e senza aver compiuto ciò per cui l’ho mandata» (Is 55,10-11).

Nella pienezza dei tempi, Egli mandò il suo Verbo a farsi carne per redimere l’uomo e instaurare il suo Regno eterno. Il Suo piano si compirà a suo tempo.

La pioggia feconda la terra e la neve è come un manto che custodisce i semi: questi vanno crescendo e a primavera germoglieranno tra lo stupore dei contadini.

A farli maturare penserà il sole: meraviglie del Signore! Il nostro cuore sia il buon terreno!

Non ci vogliono molte parole per pregare, perché Dio sa già di cosa abbiamo bisogno.

Nella preghiera del Paternoster c’è tutto e nell’ordine giusto: basta dirla con amore fiducioso. Non c’è da chiedere altro.

Tuttavia, bisogna che disponiamo il nostro cuore al perdono dei fratelli, se vogliamo che Dio ci perdoni.

Ci conviene! chi infatti, può dire: Non ho mai peccato?


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments