Per entrare, laicamente, nel mistero delle domande sul credere e l’uomo


ALLA PERDITA DI SÉ CHE CARATTERIZZA IL CAMMINO DI CRISTO VERSO IL CALVARIO FA DA CONTRALTARE IL CAMMINO DELL’UOMO MODERNO, IL TIPICO BUSINESSMAN, VERSO LA PIENA REALIZZAZIONE DI SÉ…

A cura di Angelica La Rosa

“La croce e la via”, il nuovo libro di Daniele Mencarelli (Edizioni San Paolo 2021, pp. 128, euro 12) è un’opera originale per entrare, laicamente, nel mistero delle domande sul credere e sulla vera umanità dell’uomo.

Questa Via crucis è un’opera “doppia”, in cui alla perdita di sé che caratterizza il cammino di Cristo verso il Calvario fa da contraltare il cammino dell’uomo moderno, il tipico businessman, verso la piena realizzazione di sé.

Chi è il vincitore?

Qual è l’“Ora” della vera rivelazione dell’umano?

Quella del crocifisso o quella del padrone del mondo?

In fondo: a Dio o a Satana – ci dice Mencarelli –, a chi vogliamo guardare come nostro salvatore?

Nessuno dei due ha una strada facile, nessuno dei due si può seguire senza ferirsi, ma (per dirla con un riferimento all’ultimo romanzo di questo poeta dell’oggi) a chi “chiedere salvezza”, poiché tutti la chiediamo?


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments