Dal sesso ai gender: la negazione della realtà assurta a sistema


IDEOLOGIA GENDER: “TENTATIVO DI COLONIZZAZIONE IDEOLOGICA” E “SBAGLIO DELLA MENTE UMANA” (PAPA FRANCESCO)

Di Alessandro Franchi

***

CARO LETTORE, ABBIAMO CREATO IL CANALE TELEGRAM DI INFORMAZIONE CATTOLICA. UNISCITI CLICCANDO QUI: t.me/informazionecattolica

***

 

 

SESSO: il dato biologico reale e oggettivo di un corpo sessuato, fin dalla nascita, in ogni singola cellula. Si nasce solo MASCHI e FEMMINE.

GENDER: l’identità percepita, influenzata da innumerevoli fattori: cultura, educazione, modelli e valori sociali. Un concetto soggettivo, fluido, mutevole. Il mondo è cambiato, oggi il sesso biologico non conta più nulla, ci dicono che non siamo più maschi e femmine, ma esseri fluidi (?!?), che determinano autonomamente la propria identità, scolpendo il proprio corpo, e tutta la società, in funzione di ciò che pensano sia reale.

È l’ideologia GENDER, il nuovo paradigma ideato e imposto su vasta scala da Enti Sovranazionali che vogliono scolpire il futuro delle persone per i prossimi 50 anni, incuranti di ciò che realmente dice la scienza (che conferma la differenziazione biopsichica maschio/femmina!), le culture nazionali, il semplice buon senso, oltre ovviamente alla religione.

Un “tentativo di colonizzazione ideologica” ed uno “sbaglio della mente umana”, come lo ha definito Papa Francesco.

Ogni ostacolo che si frappone all’io e alle sue voglie va abbattuto, primariamente l’identità biologica maschile e femminile, ridotta a un semplice “stereotipo di genere, pericoloso e retrogrado”.

DONNA e UOMO sarebbero sovrapponibili, intercambiabili, indifferenti.

PADRE E MADRE solo concetti astratti, oggi di fatto “superati”.

Il CORPO col suo sesso genetico, qualcosa di alterabile a piacimento con ormoni e chirurgia.

Il lavoro di ingegneria sociale attuato da decenni a questa parte sui MEDIA ha ormai dato i suoi frutti: le parole sono state alterate, rendendo incomprensibile la realtà; la confusione identitaria delle nuove generazioni è stata alimentata oltre il punto di non ritorno; la famiglia naturale demonizzata e distrutta, il ruolo del padre svilito, le madri rese di fatto inutili, sostituibili.

Con la forza delle leggi si vuole adesso distruggere gli ultimi focolai di libero pensiero: introducendo la fattispecie dell’OMOFOBIA si andrà a colpire chiunque non sarà allineato con l’ideologia dominante, perseguendo civilmente e penalmente: coloro che oseranno rifiutare “la nuova educazione sessuale (leggi teoria del gender)” obbligatoria per i bambini delle scuole di ogni ordine e grado, a cura degli LGBT; chiunque affermerà il “binarismo sessuale”: siamo MASCHI e FEMMINE; chiunque affermerà che un BAMBINO ha diritto a PAPA’ e MAMMA; chiunque leggerà in pubblico San PAOLO su temi di carattere morale ed etico.

In Germania, Gran Bretagna, Stati Uniti, dove le leggi “anti omofobia” sono state approvate, le persone stanno finendo in carcere già da anni per aver affermato pubblicamente queste cose, un tempo ritenute ovvie. In Italia sta per accadere la stessa cosa…

Nell’indifferenza ed ignoranza dei più. Non possiamo restare in silenzio mentre Organismi Sovranazionali pilotano il destino di interi popoli, manipolando il pensiero delle masse inconsapevoli, creando nuovi eserciti di schiavi del pensiero unico, incapaci di senso critico e di un contatto con la REALTA’… Tutto questo va fermato.

Nel video che segue Giorgio Ponte, impegnato da omosessuale in una battaglia per la Verità che ci coinvolge tutti, riflette sui temi su esposti.

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments