Normalmente i presidenti deboli come Biden hanno bisogno di una guerra


KIM JONG UN SI AGGIUNGE ALLA LISTA DEI DITTATORI CHE NON TEMONO DI SFIDARE APERTAMENTE BIDEN, LA CUI AMMINISTRAZIONE NON HA LESINATO GLI SFORZI PER AUMENTARE LE TENSIONI CON IL REGIME DI PYONGYANG…

Di Lorenzo Capellini Mion

L’esercito nord coreano ha lanciato due missili balistici al largo della sua costa orientale.

Lo riferiscono fonti ufficiali del Giappone.

E così Kim Jong Un si aggiunge alla lista dei dittatori che non temono di sfidare apertamente Biden la cui amministrazione non ha lesinato gli sforzi per aumentare le tensioni con il regime di Pyongyang.

Normalmente i presidenti deboli hanno bisogno di una guerra.

Nel frattempo sono arrivate delle forti affermazioni del dottor Ronny Jackson. “Ho servito come medico della Casa Bianca sotto TRE presidenti. (Bush, Obama, Trump, ndr). Ho visto cosa occorra fisicamente e mentalmente per fare quel lavoro. Posso dirvi già da ora che il modo in cui Biden si nasconde al pubblico è un GRANDE segnale di allarme. Qualcosa non va!”.

Mentre il calvario di Sleepy Joe volge rapidamente al termine si avvicina il regno di Kamala, che dovette abbandonare la corsa alle primarie per mancanza di fondi, con un consenso da prefisso telefonico e con un numero di scheletri nell’armadio sufficiente da renderla facilmente ricattabile.

Intanto, a Boulder (Colorado) le autorità hanno identificato e rese note le generalità delle vittime dell’attentato del Boulder Kings Soopers perpetrato lunedì da Ahmad Aliwi Al Issa, profugo siriano simpatizzante dell’Isis.

Si tratta di: Denny Stong, 20 anni, Neven Stanisic, 23 anni, Rikki Olds, 25 anni., Tralona Bartkowiak, 49 anni, Suzanne Fountain, 59 anni, Teri Leiker, 51 anni, Eric Talley, 51 anni, Kevin Mahoney, 61 anni, Lynn Murray, 62 anni, Jody Waters, 65 anni.

L’attentatore era già noto alle autorità e aveva nel mirino dapprima un comizio di Trump (che odiava) che fu cancellato, per poi orientarsi su alcuni luoghi di culto. Alla fine, per motivi ancora ignoti, Ahmad al-Issa ha scelto di colpire il centro commerciale di Boulder.

Tutte e 10 le vittime erano di carnagione bianca, se anche questo è un privilegio…

Parlando dell’attentato perpetrato da Ahmad Al-Aliwi Al-Issa ispirato dall’Isis, Obama ha scritto testualmente che “ci vorrà tempo per sradicare la disaffezione, il razzismo e la misoginia che alimentano così tanti di questi atti di violenza insensati”. Che però un senso ce l’hanno almeno da 1400 anni.

Il messaggio di Barack Hussein Obama ovviamente è teso a disarmare i cittadini per bene, non esiste una sola dittatura che non lo abbia fatto, ma ironicamente scrivendo quelle parole ha descritto l’Islam, che lui conosce così bene.

Se credete che le armi sparino da sole o che i criminali rispettino le leggi per armarsi o ancora che un uomo non abbia diritto di difendere se stesso, le proprietà e la propria famiglia, anche dal proprio governo. Beh avete sbagliato indirizzo.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments