Gesù è venuto per salvare dal peccato e dalla morte eterna. Oggi si preferisce salvare i corpi!


CHI CI PENSA OGGI A DARE “LA VITA ETERNA”?

Di Padre Giuseppe Tagliareni

Il profeta Ezechiele, dopo la visione delle ossa aride che riprendono vita (cfr. Ez 37), preannunzia un tempo nuovo, quando Dio radunerà i dispersi del suo popolo, toglierà la divisione, li purificherà da tutti gli abomini e ribellioni: “saranno il mio popolo e io sarò il loro Dio” (Ez 27,23). Saranno un solo gregge sotto un solo pastore. Davide sarà loro re per sempre.

“Farò con loro un’alleanza di pace; sarà un’alleanza eterna con loro. Li stabilirò e li moltiplicherò e porrò il mio santuario in mezzo a loro per sempre. In mezzo a loro sarà la mia dimora: io sarò il loro Dio ed essi saranno il mio popolo. Le nazioni sapranno che io sono il Signore che santifico Israele, quando il mio santuario sarà in mezzo a loro per sempre” (vv. 26-28).

Tutto questo ha iniziato a realizzarsi con la venuta di Gesù: è Lui il vero Davide ed è lui che stabilisce l’eterna Alleanza. Tuttavia, in questi duemila anni la profezia si è solo parzialmente realizzata, tra mille impedimenti. Ora si attende la piena realizzazione, che verrà dopo la grande tribolazione ormai alle porte.

Gesù faceva troppi segni e i capi temettero che le folle si mettessero con lui. Allora decisero di ucciderlo: meglio che uno muoia e che si salvi tutta la nazione!

In verità Gesù era venuto per dare la vita a tutti i figli di Dio dispersi e liberarli non dagli invasori, ma dal peccato e dalla morte. Oggi invece, si preferisce salvare i corpi. E le anime? Chi ci pensa a dare loro la Vita?


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments