I tedeschi sfidano il Vaticano: a Maggio fissano un incontro per benedire coppie gay


INTANTO GLI ORTODOSSI SI ALLEANO CON LA  SANTA SEDE. “ NON BENEDICIAMO IL LORO MODO DI VIVERE PECCAMINOSO, MA BENEDICIAMO LA PERSONA UMANA”, HA DICHIARATO IL METROPOLITA HILARION

Di Emanuela Maccarrone

I presidenti del forum “Vivere in relazioni di successo” del Sentiero sinodale della Chiesa in Germania, Birgit Mock (Comitato centrale dei cattolici tedeschi, ZdK) e il vescovo Dr. Helmut This (Conferenza episcopale tedesca), hanno ricevuto a Bonn un documento con più di 2.600 firme raccolte per l’iniziativa #moreSegen (più benedizioni).

L’idea è  stata promossa da don Burkhard Hose (comunità universitaria di Würzburg) insieme a don Bernd Mönkebüscher (Arcidiocesi di Paderborn) i quali, contrariamente a quanto stabilito dalla Congregazione per la Dottrina della Fede,  hanno organizzato un incontro di benedizioni per le coppie omosessuali previsto per il 10 maggio.

Birgit Mock, delegata  per le politiche famigliari  del Comitato ZdK, ha detto che “è importante ancorare la sessualità come forza positiva nell’insegnamento della chiesa. Costringere le coppie in rapporti d’amore che vivono nella fedeltà e nel reciproco apprezzamento a negare la loro sessualità di coppia non corrisponde alla nostra immagine dell’uomo e di Dio”.

Secondo il vescovo Dr. Helmut This “nel mezzo degli sforzi sinodali, la posizione romana ha causato irritazione e fastidio. Il mio impegno per metterli nella ricerca sinodale e nella lotta con noi corrisponde alla mia responsabilità episcopale di assicurare l’unità di tutti. Nel nostro forum, in particolare, stiamo dibattendo questo tema di grande attualità, il cui contenuto porteremo a Roma”.

Mentre la Chiesa “Cattolica” tedesca continua a sfidare diabolicamente la Santa Sede, quest’ultima può contare sull’appoggio dei cristiani ortodossi che hanno condiviso il monito della Congregazione.

Secondo il metropolita  Hilarion di Volokolamsk, presidente del Dipartimento per le relazioni ecclesiastiche esterne (Decr) del Patriarcato di Mosca, il documento della Congregazione esprime l’identica posizione tra la dottrina della Chiesa cattolica di Roma e la dottrina della Chiesa ortodossa, riguardo alle unioni omosessuali.

“Non possiamo accettare l’unione omosessuale in nessun modo e in nessuna forma quale matrimonio, con tutte le conseguenze di tale rifiuto. Perciò non può essere celebrato il sacramento del matrimonio né essere data una benedizione a una coppia omosessuale”, ha dichiarato il metropolita.

“L’unione omosessuale non è accettabile perché, dal punto di vista della Chiesa, è un peccato. Perciò, se due uomini o due donne vengono da un sacerdote e gli chiedono di dare loro una forma di benedizione per vivere in unione, una tale benedizione non gli sarà concessa”.

In altre parole,  il messaggio del metropolita Hilarion è stato: “se vuoi salvarti, dovresti rinunciare alla vita in peccato”.

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments