Tutti dovranno sottomettersi a Gesù


Il figlio di Dio un giorno verrà a giudicare gli uomini…

Di Padre Giuseppe Tagliareni

Pietro, pieno di Spirito Santo, nel giorno di Pentecoste rende testimonianza a Gesù, che non solo è risorto, ma è salito al Cielo e siede alla destra di Dio, costituito Signore e Messia.

Si compie così la profezia di Davide: “Disse il Signore al mio Signore: siedi alla mia destra, finché io ponga i tuoi nemici come sgabello dei tuoi piedi” (At 2,34-35).

Da ora in poi, tutti dovranno sottomettersi a Gesù, vero figlio di Dio, che un giorno verrà a giudicare gli uomini.

Proprio quel Gesù che i giudei avevano consegnato a Pilato perché fosse crocifisso.

Alle parole di Pietro, i presenti si sentirono trapassare il cuore e dissero: “Che cosa dobbiamo fare, fratelli?”. E Pietro disse loro: “Convertitevi e ciascuno di voi si faccia battezzare nel nome di Gesù Cristo, per il perdono dei vostri peccati, e riceverete il dono dello Spirito Santo… Salvatevi da questa generazione perversa!”. (At 2,37-38.40).

Ma oggi, la Chiesa ufficiale dà torto a Pietro: Non bisogna fare proseliti!

Maria Maddalena vide il sepolcro vuoto e corse a chiamare Pietro e Giovanni.

Constatata la verità, essi se ne tornarono perplessi. Maria invece rimase in lacrime al sepolcro.

Il suo amore fu premiato: prima gli angeli e poi Gesù in persona le apparvero, manifestando la risurrezione.

E ne divenne la prima annunciatrice: “Ho visto il Signore!” diceva, pazza dalla gioia.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments