Ci aspetta un futuro di pandemie e vaccini?


IL FUTURO DELL’UMANITÀ SEMBRA NELLA MORSA DEI VIRUS E DEI VACCINI… MA QUALCUNO AVEVA GIÀ AVVERTITO IL MONDO…

Di Emanuela Maccarrone

A fine febbraio lo aveva ‘ predetto’ la Presidente della Commissione europea, Von der Leyen: “L’Europa si prepari a un’era delle pandemie”. A confermare la ‘profezia’ si è poi aggiunto il primo ministro italiano Draghi. Durante la sua terza Conferenza stampa, infatti, Draghi  ha dichiarato che ci dovrà essere “una copertura vaccinale anche per gli anni avvenire”, perché “dovremo continuare a vaccinarci per le varianti e, quindi, questi vaccini andranno adattati”. In altre parole non è finita!

Sin dall’inizio della pandemia Monsignor Viganò ha sempre manifestato la sua chiara posizione riguardo  a un processo di trasformazione mondiale, innescato per imporre il NWO (Nuovo ordine mondiale) e, durante un suo recente intervento, il monsignore non si è smentito ed ha continuato a denunciare l’attuale situazione come “una realtà inquietante”, un’inquietante “cospirazione criminale” di “un’élite mondiale” formata da persone che, come in una scacchiera, “muovono le pedine e decidono i destini del mondo”. In gioco ci sarebbero gli interessi economici e il potere. Secondo il monsignore a questa cospirazione si uniscono gruppi satanisti che ne condividono l’ideologia tesa a debellare il Cristianesimo e a stabilire il regno del male.

Nel corso dei mesi altri prelati e chierici hanno appoggiato le dichiarazioni di monsignor Viganò (vedi qui cosa hanno detto un Vescovo brasiliano e un Cardinale che ha denunciato il NWO).

Come se non bastasse, mancano anche le certezze relative agli effetti collaterali dei vaccini. In questi ultimi mesi, peraltro, dottori e virologi hanno fatto a gara per difendere o attaccare i vaccini.

Recentemente la dottoressa Katya Polyakova, sul British Medicine Journal, ha aperto un dibattito circa l’obbligatorietà della vaccinazione per il personale sanitario in Gran Bretagna. La dottoressa ha premesso di non essere una no vax, anzi di essersi sottoposta a un svariato numero di vaccini e di aver prestato servizio sanitario durante le prime due ondate pandemiche. Tuttavia la Polyakova ha denunciato che, a causa del programma di vaccinazione all’interno del servizio sanitario inglese, i livelli di malattia dopo la vaccinazione “sono senza precedenti” e il personale “si sta ammalando molto, in alcuni casi con sintomi neurologici”. Secondo la dottoressa, “questi prodotti vaccinali non offrono immunità né fermano la trasmissione del virus” e pertanto, imporre l’immunizzazione obbligatoria non solo è una cosa “stupida, immorale e irresponsabile” ma è un atto tipico di un “regno distopico, nazista, totalitario”.

In un momento difficile sono confortanti, come un raggio di speranza, le parole del venerabile Fulton Sheen. Nel preannunciare il pericolo dell’insorgere di un elitarismo, il monsignore si chiese: “Come faremo a uscirne?”. La sua risposta fu: “forse Dio ci porta fino al limite estremo del pericolo per costringerci a esaminare noi stessi e a ripristinare, così, la dignità dell’uomo e la sua fede in Dio”.

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments