L’arcivescovo Joseph Naumann e l’audace difesa della dottrina cattolica


IL RUTH INSTITUTE SI CONGRATULA CON L’ARCIVESCOVO NAUMANN, UNO DEI VESCOVI DELLA CHIESA STATUNITENSE VERAMENTE INDIPENDENTE DALLE PRESSIONI ESTERNE E CHE NON RIMANE IN SILENZIO DI FRONTE AL MALE

Di Matteo Orlando

“In qualità di capo del Comitato per la vita dei vescovi statunitensi, l’Arcivescovo Naumann ha coraggiosamente richiamato i politici cattolici ‘pro-choice’ a seguire la dottrina cattolica in materia. Il richiamo vale anche per il Presidente Joe Biden, e per tutti quei cattolici che affermano di essere personalmente contrari all’aborto, ma che stanno facendo tutto il possibile per facilitare l’aborto e i cosiddetti diritti Lgbtq, compreso il transgenderismo”, ha ricordato la dottoressa Jennifer Roback Morse, Ph.D., presidente del Ruth Institute statunitense.

In una recente intervista, infatti, l’Arcivescovo Joseph Naumann di Kansas City (Kansas) ha detto che le azioni del presidente americano “in questo momento, sono fuorvianti. Creano confusione per le persone in termini di ciò che la Chiesa crede e insegna” e, ha sottolineato l’alto prelato, “voglio proteggere la mia gente dall’essere fuorviata”.

“Applaudiamo l’arcivescovo Naumann per aver articolato in modo coerente la dottrina cattolica sulle questioni morali, sostenendo gli insegnamenti della Chiesa sulla vita, il matrimonio e la sessualità umana”, ha detto la Morse, che ha mandato una dozzina di rose bianche all’arcivescovo per la sua audace difesa della dottrina cattolica. “Altri nella Chiesa hanno scelto di rimanere in silenzio piuttosto che confrontarsi con un presidente che usa il suo simbolico Cattolicesimo per deviare le critiche sul suo sostegno all’aborto su richiesta”.

La Morse ha ricordato che la coraggiosa difesa dell’arcivescovo è stata condannata da alcuni sedicenti gruppi cattolici, tra cui uno che, con una petizione online, ha addirittura chiesto che Naumann fosse rimosso dalla carica di capo del comitato pro-vita dei vescovi americani.

“In altre circostanze, i suoi critici avrebbero detto che Naumann stava ‘dicendo la verità al potere’ – proprio come fece Giovanni Battista quando rimproverò il re Erode per le sue trasgressioni morali”, ha sottolineato la Morse.

Il Ruth Institute da tempo si batte per fare notare come l’amministrazione di Biden stia facendo tutto il possibile per sostenere l’aborto e il finanziamento dell’aborto (compresa l’abrogazione della politica di Città del Messico) e per attaccare i diritti di coscienza.

I precedenti destinatari delle “Roses from Ruth” (campagna avviata nel 2016), rose inviate a chi difende i principi cristiani sulla vita, la famiglia e la sessualità, sono stati il vescovo David Walkowiak di Grand Rapids, l’arcivescovo Charles Chaput di Filadelfia, l’arcivescovo Alexander Sample di Portland e l’arcivescovo Charles Thompson di Indianapolis.

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments