Covid, Giorgia Meloni: “si continua con la stessa miope e inconcludente visione”


LA DENUNCIA DELLA LEADER DI FRATELLI D’ITALIA

Di Angelica La Rosa

“A più di un anno dall’inizio della pandemia si continua con la stessa miope e inconcludente visione che ci ha portati fin qui. Resta il coprifuoco alle 22 e rimane il sistema delle zone, con il ritorno di quella gialla. Sono confermate le chiusure fino al 26 aprile e non si sa quando potranno riaprire le attività al chiuso. E mentre la comunità scientifica ci dice che il contagio all’aperto è praticamente nullo, si rinuncia a riaprire immediatamente le attività all’aperto, facendo perdere altri punti alla nostra economia. Si parla di riapertura di tutte le scuole ad anno scolastico praticamente finito e senza risolvere il problema del trasporto pubblico. Da Conte a Draghi tutto cambia perché nulla cambi”.

Così ha dichiara il presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni, che ha anche denunciato, a nome di Fratelli d’Italia, “l’incompetenza e l’inadeguatezza” di Roberto Speranza nel ricoprire l’importante e delicato incarico di Ministro della Salute, “soprattutto in questo momento storico: dalla gestione fallimentare e disastrosa della pandemia alle imprese stremate a causa delle chiusure insensate e continue. Con la mozione di sfiducia nei suoi confronti vediamo chi si assumerà la responsabilità di tenerlo ancora al suo posto. Non è più tempo di Speranza, ma di coraggio”.

“Abbiamo ascoltato per l’ennesima volta il ministro Speranza e siamo sempre più convinti della sua completa inadeguatezza a continuare a ricoprire il ruolo di ministro della Salute. Comunichiamo pertanto la nostra intenzione di presentare una mozione di sfiducia individuale, firmata già da tutti i parlamentari di Fratelli d’Italia, e sulla quale auspichiamo la convergenza di tutti quei colleghi che come noi vogliono la sua immediata rimozione per il bene della Nazione. Vedremo chi ci starà e chi invece si assumerà la responsabilità di tenere Speranza esattamente dove sta”, ha aggiunto il capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera, Francesco Lollobrigida.

“Nel corso di un convegno in Senato abbiamo consegnato al ministro Speranza alcune proposte, tra le quali, quella di istituire delle zone gialle a base provinciale laddove i numeri lo consentano. Non ci si può limitare a promettere le riaperture, perché la gente è disperata. Fratelli d’Italia chiede di riaprire subito ovunque sia possibile e in sicurezza, perché c’è un pezzo di Paese che dopo un anno di chiusure, divieti e restrizioni non ce la fa più. Non soltanto sul piano psicologico ma anche economico. Da mesi le categorie attendono ristori, che poi si sono rivelati delle briciole, ma chiedono semplicemente di poter lavorare. A queste persone e categorie vanno date delle risposte, non si può dire semplicemente chiudiamo”, ha dichiarato il capogruppo di Fratelli d’Italia al Senato, Luca Ciriani.

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments