Il trono (cattolico) di spade: fine e senso della Dottrina Sociale


PER LA REGALITA’ SOCIALE DI CRISTO

A cura di Andrea Sarra

L’azione sacramentale della Chiesa agisce in ambito spirituale per mezzo dell’esorcismo e della evangelizzazione.

Tale azione coinvolge però necessariamente anche l’ambito sociale, politico e culturale. A favore della regalità sociale di Cristo.

La Chiesa da sempre ha sviluppato una dottrina sociale, agendo come fa nella storia e del tempo.

Ora, è possibile distinguere tre ambiti: storico, redentivo e creazionismo.

Quanto a quello storico si fa riferimento al Compendio di Dottrina Sociale e alle encicliche di argomento, a iniziare dalla Rerum Novarum, che si muove già in un contesto post-rivoluzionario, laico, giacobino, massonico e anti-cristiano.

Quanto all’ambito redentivo è sempre opportuno riflettere sul senso di colpa e peccato mortale che l’uomo impara su di sé grazie alla Rivelazione; è sempre opportuno riflettere sul fine del potere politico che deve essere reso “sacro”, cioè in grado di frenare l’avvento dell’Anticristo nella società e nella cultura.

Quanto all’ambito creazionistico è necessario riflettere al piano sociale di Dio, prima ancora della caduta, sullo stato, sulla famiglia, sulla proprietà privata, sul lavoro.

Ne parla, nel video che segue, il professor Pierluigi Pavone.

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments