Il sen. Pillon su Fedez: “con i soldi di tutti ha fatto un pistolotto pro gender”


“IL DDL ZAN VA CONTRO LA FAMIGLIA NATURALE, CREA CONFUSIONE, PORTA ALL’OMOLOGAZIONE TRA UOMO E DONNA, È UNA LEGGE LIBERTICIDA”

Di Bruno Volpe

“Usare la Rai, servizio pubblico, per il solito pistolotto politicamente corretto è inaccettabile”: lo dice in questa intervista al nostro sito il senatore della Lega Simone Pillon.

Senatore, andiamo con ordine. Fedez parla di un tentativo di censura della Rai..
“Questa è bella. Scopre l’acqua calda. Rai Tre da sempre è quella, fa parlare gli amici ed ostacola chi non le garba. Questo è un dato di fatto ed è singolare che Fedez se ne accorga a sue spese adesso. Io in Rai tre non ci ho mai messo piede”.

La Rai ha smentito e sostiene che mandare in onda una telefonata registrata all’insaputa è violazione di legge…

“Non mi appassiona questa circostanza che valuteranno i legali, una cosa è sicura: la Rai ha mandato in onda un pistolotto politicamente corretto con i soldi di tutti, anche di chi la pensa diversamente ed è grave”.

Fedez ha parlato nel giorno dedicato alla festa del lavoro…

“Si potrebbero fare tante ironie. Ma quello che mi stupisce è che si sia sprecata un’occasione. Al posto di fare quel predicozzo, se aveva coraggio, poteva parlare di chi veramente il lavoro lo ha perso in occasione della pandemia, penso alle partite Iva, baristi, ristoratori, chi è disoccupato o in sfruttamento”.

Qual è il limite della legge Zan?

“Quello di andare contro la famiglia per un verso e di fare confusione sino alla omologazione tra uomo e donna. Poi è una legge liberticida. Tanti solidarizzano con Fedez, e mi domando: che cosa sarebbe accaduto a parti invertite se da un palco della tv pubblica fosse andato uno della Lega a parlare di immigrazione? Un finimondo”.

Buriana su Pio e Amedeo..

“Strano, coloro che sostengono la libertà di espressione per Fedez diventano censori di Pio e Amedeo, coraggiosi e liberi. Due idee contrapposte allo stesso momento, che coerenza”.

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments