Sacerdote vive esperienza mistica e annuncia che non darà più la comunione sulla mano


ESPERIENZA MISTICA DI P. FREDY LEONARDO HERRERA FUENTES

Di Angelica La Rosa

Il 7 febbraio 2021, al termine della messa domenicale delle 11:00, p. Fredy Leonardo Herrera Fuentes, parroco della parrocchia Cuore Immacolato di Maria a Bogotá, Colombia, ha detto ai parrocchiani che “da questo momento nella nostra parrocchia sarà possibile ricevere la Santa Comunione solo sulla lingua e in ginocchio”. “

Durante la messa il sacerdote si è fermato, ha voltato le spalle alla gente, si è chinato, rimanendo in piedi, ed ha cominciato a tremare per circa 25 secondi. Poi ha parlato alla gente.

Il sacerdote ha detto (in spagnolo) ai suoi fedeli:

“Apprezzo la vostra partecipazione alla santa Messa. Continuiamo uniti nella preghiera. Ci sono cose che a volte non possono essere spiegate, o piuttosto ciò che accade, è che fa molto male quando il Signore ci permette di condividere o vedere certe cose. Da questo momento nella nostra parrocchia si potrà ricevere la Comunione solo in bocca e in ginocchio. Non può essere altrimenti. Ebbene, Cristo è vivo, è tra noi”.

Alcuni fedeli hanno affermato che il sacerdote ha descritto una visione di “Gesù calpestato da quei fedeli che ricevono la Comunione in mano e in piedi.

Ricordiamo che il sacerdote non sta celebrando una Messa Vetus Ordo ma una Novus Ordo. Questa esperienza, pertanto, è ancor più significativa. Il rispetto e l’adorazione verso il Santissimo Sacramento (e quindi la preoccupazione per i sacrilegi o per i frammenti eucaristici dispersi) dovrebbero stare a cuore a ogni cattolico innamorato di Gesù Eucaristia. Non sono “fissazioni tradizionaliste” come qualcuno ha avuto il coraggio di dire, qualcuno che evidentemente non ama Gesù!.

Scrive Luigi su MiL: Non azzardiamo ipotesi sulle ragioni del pianto (se abbia “visto” o semplicemente “intuito” qualcosa). Alcuni elementi tuttavia fanno riflettere. Innanzitutto quel sacerdote ha pianto prima dell’annuncio, evidentemente toccato dalla grandezza del mistero o scosso dalle profanazioni anche involontarie. Quanti sacerdoti ancora piangono davanti all’Eucaristia? In secondo luogo, non si tratta di un sacerdote “tridentino” o di una celebrazione in rito antico, ma di una comunissima Messa parrocchiale.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments