Per ogni scatola di cereali “arcobaleno” venduta gay e lesbiche riceveranno 3 dollari


UNA SERIE DI GIGANTI AZIENDALI, TRA CUI DELTA AIRLINES, WELLS FARGO, NETFLIX, GOOGLE, TARGET E PRESTO LA KELLOGG’S, CONTRIBUISCONO ALLE CASSE DELLA GAY & LESBIAN ALLIANCE AGAINST DEFAMATION (GLAAD)

Di Angelica La Rosa

“Kellogg’s non sta sostenendo l’orgoglio ma un programma radicale che si rivolge a bambini e famiglie”, ha dichiarato la presidente del Ruth Institute, la dott.ssa Jennifer Roback Morse, Ph.D.

L’azienda di alimenti per la colazione sta lavorando con la Gay & Lesbian Alliance Against Defamation (GLAAD) per promuovere il suo nuovo cereale con la confezione viola “Together with Pride”, che arriverà sugli scaffali dei supermercati a giugno, giusto in tempo per il mese dell’orgoglio.

“Non solo stanno promuovendo l’agenda LGBTQ”, ha detto Morse, “la stanno sovvenzionando direttamente”. Per ogni scatola da $ 4 venduta di cereali color arcobaleno, GLAAD riceverà $ 3. “In teoria la GLAAD esiste per contrastare la diffamazione. In realtà, fa pressioni incessante per il suo programma. Il suo Commentator Accountability Project si rivolge a giornalisti, ospiti ed esperti che diffondono informazioni impopolari, anche se accurate, su argomenti che GLAAD ha dichiarato off-limits per la discussione”, ha spiegato Morse.

“Ad esempio, se un commentatore osserva che non puoi cambiare il tuo sesso attraverso interventi chirurgici o droghe, che il sesso con cui sei nato sarà il sesso con cui morirai – il che è scientificamente certo – GLAAD ti chiamerà ‘anti-trans’. ‘Se qualcuno in un talk show osserva che i bambini hanno bisogno sia di una madre che di un padre, saranno etichettati come ‘odiosi’ “.

Morse ha aggiunto che “non è solo la Kellogg’s. Ci sono una serie di giganti aziendali, tra cui Delta Airlines, Wells Fargo, Netflix, Google e Target, contribuiscono alle casse di GLAAD “.

Come se i sussidi diretti non fossero sufficienti, il lato di ogni busta di “Together with Pride” esorta i bambini a scegliere i propri pronomi. Ci sono persino spazi vuoti in cui i bambini possono inventare i propri. Che divertimento!

“Queste aziende stanno segnalando la virtù all’élite culturale e a tutti coloro che partecipano alla loro agenda”, ha detto sarcastica la Morse. “Dicono ‘Siamo bravi ragazzi. Amiamo tutti. Acquista il nostro prodotto'”. Ma “sostenere l’agenda LGBTQ non significa amare i bambini, le famiglie o le chiese – tutte cose che sono il punto zero nella guerra culturale”, ha dichiarato Morse.

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments