Gli Apostoli sanno che saranno insidiati e perseguitati


DIO PRECEDE E ACCOMPAGNA IL SUO POPOLO PERCHÉ SI COMPIANO I SUOI MERAVIGLIOSI DISEGNI

Di Padre Giuseppe Tagliareni

“Dio disse a Israele in una visione nella notte: «Giacobbe, Giacobbe!». Rispose: «Eccomi!». Riprese: «Io sono Dio, il Dio di tuo padre. Non temere di scende re in Egitto, perché laggiù io farò di te una grande nazione. Io scenderò con te in Egitto e io certo ti farò tornare. Giuseppe ti chiuderà gli occhi con le sue mani» (Gen 46,2-4).

Rassicurato da questa visione, Giacobbe con tutti i suoi si trasferì in Egitto. Giuseppe gli andò incontro. Molto commovente l’incontro tra i due, che piansero con lacrime di gioia. «Posso anche morire, questa volta, dopo aver visto la tua faccia, perché sei ancora vivo», disse Giacobbe, che non sperava più di rivedere suo figlio. D’accordo col faraone, Giuseppe assegnò ai suoi fratelli la terra di Gosen ricca di pascoli e non voluta dagli egiziani, che disprezzavano la pastorizia. Questo permise loro di vivere facendo il loro lavoro, senza dare fastidio a nessuno e di mantenersi uniti.

Dio precede e accompagna Israele, perché si compiano i suoi meravigliosi disegni. In Egitto, Israele diventerà un popolo.

«Ecco: io vi mando come pecore in mezzo a lupi; siate dunque prudenti come i serpenti e semplici come le colombe… Sarete odiati da tutti a causa del mio nome. Ma chi avrà perseverato fino alla fine sarà salvato”.

Gli Apostoli sanno che saranno insidiati e perseguitati. Ma lo Spirito Santo li assisterà e la loro fedeltà a Dio sarà premiata con la gloria eterna.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments