Ecco chi sono i veri fratelli di Gesù


IL PASSAGGIO DEL MAR ROSSO RIMARRÀ COME L’EVENTO DI SALVEZZA D’ISRAELE E LA SUA NASCITA

Di Padre Giuseppe Tagliareni

Mosè per comando di Dio, stese il bastone sul mare ed esso si aprì. Un vento caldo prosciugò il passaggio e “gli Israeliti entrarono nel mare sull’asciutto, mentre le acque erano per loro un muro a destra e a sinistra. Gli Egiziani li inseguirono, e tutti i cavalli del faraone, i suoi carri e i suoi cavalieri entrarono dietro di loro in mezzo al mare” (Es 14,22-23), ma i loro carri procedevano a stento. Quando tutto il popolo di Dio passò all’altra parte, “il Signore disse a Mosè: “Stendi la mano sul mare: le acque si riversino sugli Egiziani, sui loro carri e i loro cavalieri” (v.26).

E così avvenne: “Le acque ritornarono e sommersero i carri e i cavalieri di tutto l’esercito del faraone, che erano entrati nel mare dietro a Israele: non ne scampò neppure uno” (v.28). I loro cadaveri furono visti lungo la riva. “Israele vide la mano potente con la quale il Signore aveva agito contro l’Egitto e il popolo temette il Signore e credette in lui e in Mosè suo servo” (v.31). Il passaggio del Mar Rosso rimarrà come l’evento di salvezza d’Israele e la sua nascita.

I parenti di Gesù, preoccupati dell’ostilità dei Farisei e di quelli del tempio, presero la Madonna e andarono per prelevare Gesù e riportarlo a Nazareth a fare il falegname, anziché il Messia. Gesù li rifiutò dicendo: “Chi è mia madre e chi sono i miei fratelli?…Chiunque fa la volontà del Padre mio che è nei cieli, egli è per me fratello, sorella e madre”.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments