Cittadini non vaccinati, e completamente sani, sono considerati “più contagiosi” dei sieropositivi!


QUANDO L’ESTABLISHMENT DELLA SANITÀ PUBBLICA È MORALMENTE INCOERENTE…

Di Angelica La Rosa

“L’istituzione della sanità pubblica è evidentemente gestita da tossicodipendenti per tossicodipendenti”, ha affermato la dott.ssa Jennifer Roback Morse, Ph.D., presidente del Ruth Institute. “Con una mossa davvero perversa, l’Illinois ha depenalizzato consapevolmente mettendo gli altri a rischio di contrarre l’HIV. Nel frattempo, New York City imporrà presto la vaccinazione COVID per entrare in determinati luoghi pubblici”.

La dottoressa Morse si riferisce alla scelta dello stato federale americano dell’l’Illinois di abrogare una legge che vieta ad una persona consapevolmente sieropositiva di impegnarsi in attività ad alto rischio, come il sesso non protetto, la donazione di sangue e la condivisione di aghi.

Il governatore Pritzker ha affermato che la misura renderà l’Illinois uno “stato più sicuro e più inclusivo” e promuoverà la “capacità dei residenti di vivere la propria vita al massimo” e rimuoverà lo “stigma” dalla condizione. Allo stesso tempo, il sindaco Bill de Blasio ha annunciato che a partire dal 13 settembre, i newyorkesi devono dimostrare la vaccinazione COVID per partecipare ad attività al chiuso, come cenare e assistere a spettacoli. Diversi stati, tra cui New York e California, hanno imposto la vaccinazione per i dipendenti statali.

Durissima la risposta della dottoressa Morse. “Fantastico. L’establishment della sanità pubblica trasferisce la stigmatizzazione medica dai cittadini HIV+ ai cittadini non vaccinati ma completamente sani”.

“L’HIV continua a essere una malattia debilitante e pericolosa per la vita, con quasi 40.000 diagnosi negli Stati Uniti nel 2018. La durata della vita delle persone sieropositive è in media di nove anni più breve rispetto ai loro coetanei senza virus”, ha scritto Life Site News.

In Illinois, puoi diffondere consapevolmente questa micidiale MST senza essere penalizzato, mentre a New York puoi essere tenuto fuori dai ristoranti e negato il lavoro per aver rifiutato di vaccinarti. Questo dimostra, ancora una volta, che i sostenitori della Rivoluzione Sessuale non permettono a nulla di ostacolare l’attività ad alto rischio, purché si tratti di attività sessuale. Fare shopping, mangiare e andare al cinema, non tanto”, ha commentato la dottoressa Morse.

In un’intervista del 2020 con Vanity Fair, il Dr. Anthony Fauci aveva affermato di non vedere nulla di sbagliato nell’incontrare potenziali partner attraverso app come Tinder o Grindr. “L’anno scorso Fauci ci diceva che impegnarsi in attività intime con qualcuno, che hai appena incontrato su un’app di appuntamenti, era una scelta personale”, ha detto Morse. “Ora De Blasio sta dicendo ai newyorkesi che per i non vaccinati entrare in un ristorante rappresenta un rischio troppo grande, o entrambe le cose”.

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments