Covid, con nuovo farmaco israeliano guariti molti pazienti gravi


 

Di Lorenzo Capellini Mion

Circa il 93% dei 90 pazienti gravi con coronavirus trattati in diversi ospedali greci con un nuovo farmaco sviluppato da un team del Sourasky Medical Center di Tel Aviv è stato dimesso in cinque giorni o meno.

Lo studio di Fase II della sperimentazione di fatto ha confermato i risultati della Fase I quando i pazienti guariti furono 29 di 30.

“L’obiettivo principale di questo studio era verificare che il farmaco fosse sicuro. Sino ad oggi non abbiamo registrato alcun effetto collaterale significativo in nessun paziente di entrambi i gruppi”, ha affermato il prof. Nadir Arber, affiancato dal commissario greco per il coronavirus il prof. Sotiris Tsiodras.

Se tutto proseguirà come dovrebbe il trattamento potrà essere reso disponibile in tempi brevi e a basso costo. Secondo il team di scienziati il successo di questo trattamento potrebbe aprire la strada per la cura di molte altre malattie. La cura prima di tutto.

A proposito di Israele dei 250 pazienti ora in gravi condizioni, circa 210 di loro sono individui di età superiore ai 60 anni. Di questi 153 erano completamente inoculati, 7 erano in procinto di essere completamente “immunizzati” (2a dose) e 50 non avevano fatto alcuna iniezione.

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments