Il caso Cuomo riflette la cultura tossica creata dalla rivoluzione sessuale


LA RIVOLUZIONE SESSUALE CI HA DATO LA “CULTURA” SATURA DI PORNOGRAFIA IN CUI VIVIAMO OGGI!

Di Angelica La Rosa

Il governatore di New York Andrew Cuomo è accusato di creare un “posto di lavoro tossico”.

In realtà, spiega la dottoressa Jennifer Roback Morse, Presidente del Ruth Institute statunitense, è “la rivoluzione sessuale che ha creato il posto di lavoro tossico”.

La rivoluzione sessuale, secondo la Morse, “ha rilasciato licenze di caccia ai predatori”.

Secondo la presidente del Ruth Institute, “questa ideologia velenosa ha creato un senso di diritto tra gli uomini potenti. Hanno interiorizzato il messaggio rivoluzionario che hanno il diritto di fare sesso tutte le volte che vogliono, con chi vogliono”.

L’ufficio del procuratore generale di New York ha emesso un rapporto di 165 pagine scorsa settimana, pagine che spiegano che il governatore era “impegnato in un comportamento che costituisce molestia sessuale.”

Il rapporto ha anche concluso che l’ufficio del governatore “ha contribuito alle condizioni che hanno permesso il verificarsi e il persistere delle molestie sessuali”.

“In altre parole”, ha detto la Morse, “le molestie erano sistematiche. L’ufficio del governatore ha permesso la sua cattiva condotta. La rivoluzione sessuale ci ha dato una generazione di sesso-dipendenti. In quale altro modo puoi descrivere il comportamento di Cuomo? ‘Compulsivo’ sembra un termine troppo mite. Qualsiasi donna attraente che fosse alla sua portata rischiava di diventare sua preda”.

“È stata la rivoluzione sessuale che ha portato a un clima in cui così tanti uomini potenti sono coinvolti nello scandalo”, ha osservato la Morse. “Questa ideologia tossica ha portato a una cultura in cui gli uomini potenti non possono tenere le mani a posto”.

Numerosi politici e intrattenitori sono stati accusati in modo credibile di molestie o addirittura aggressioni. Il presidente Bill Clinton è stato messo sotto accusa per una relazione con uno stagista che era decenni più giovane di lui. L’ex senatore degli Stati Uniti Al Franken è stato costretto a dimettersi dal Congresso. Harvey Weinstein è caduto dall’apice della potente élite di Hollywood a condannato per reato sessuale.

La Morse ha concluso spiegando che anche la pornografia gioca un ruolo in questo problema di molestie e aggressioni sessuali diffuse. “La rivoluzione sessuale ci ha dato la cultura satura di pornografia in cui viviamo oggi. Un tema porno-normale è che ogni donna è pronta a fare sesso in qualsiasi momento con uomini che conosce a malapena. Lo scandalo Andrew Cuomo probabilmente finirà con le dimissioni o l’impeachment del governatore, e forse il suo arresto con accuse penali. Prima che scompaia nella spazzatura della storia, dobbiamo affrontare la Rivoluzione Sessuale. L’idea che il sesso sia un diritto continuerà a creare predatori come Andrew Cuomo, indipendentemente da ciò che accadrà al governatore di New York”.

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments