Arriva “Fede e ragione nel pensiero di Joseph Ratzinger”


UN LIBRO SU FEDE E RAGIONE IN RATZINGER RIPRENDE LA CONFERENZA AL CENTRO PAPA LUCIANI DEL CURATORE DELL’OPERA OMNIA DEL PAPA EMERITO CARD. MULLER CON IL PATROCINIO DELLA FONDAZIONE VATICANA

A cura di Angelica La Rosa

Da Benedetto XVI al suo successore all’ex Sant’Uffizio Müller, dal segretario di Stato emerito Bertone al presidente della Commissione Vatileaks Herranz: sono alcune delle personalità ecclesiastiche più importanti intervenute al Centro Papa Luciani di Santa Giustina (Belluno), nell’ambito della rassegna culturale “Illustrissimi” coordinata dal giornalista Michelangelo De Donà.

Diversi contributi di questa rassegna sono ora resi disponibili ai lettori grazie alla collana “Nova et Vetera” della casa editrice Solfanelli di Chieti.

E’ uscito in questi giorni un nuovo piccolo libro dal titolo “Fede e ragione nel pensiero di Joseph Ratzinger” che prende spunto dalla conferenza tenuta dall’allora arcivescovo Monsignor Gerhard Ludwig Müller presso il Centro Papa Luciani il 23 febbraio 2013, in occasione della presen­tazione del suo volume “Ampliare l’orizzonte della ragione. Per un lettura di Joseph Ratzinger-Benedetto XVI” (Città del Vaticano 2012).

Un incontro che aveva suscitato particolare in­teresse anche perché tenutosi a pochi giorni dall’annuncio di Papa Ratzinger «di rinunciare al ministero di Vescovo di Roma, Successore di San Pietro» (Declaratio, 10 febbraio 2013).

“Il lettore scorrendo le pagine, afferma De Donà, troverà oltre al testo della con­ferenza una breve intervista sui temi che toccano la relazione fede-ragione ma anche il dialogo tra cristiani e non credenti, il futuro del cristianesimo e il Concilio Vaticano II. Infine è possibile leggere il testo dell’omelia pronunciata nella Catte­drale di Belluno il 24 febbraio 2013. Questa pubblicazione ha ricevuto il patrocinio della “Fonda­zione vaticana Joseph Ratzinger – Benedetto XVI” per il tramite del presidente del Consiglio di Amministrazione padre Federico Lombardi”.

Sollecitato sul tema sul futuro del cristianesimo in Europa e il dialogo con l’islam, così risponde il cardinale Müller: “Dopo tutti i terribili omicidi di cristiani in Europa, Africa e Asia in nome dell’Islam, non possiamo ingenuamente attribuire tutti questi crimini ad alcune, poche persone confuse e quindi minimizzare il fenomeno. Le autorità religiose e statali devono, in nome di Allah, loro Dio, rinunciare pubblicamente a ogni radicalismo fanatico e opporsi con forza a qualsiasi forma di persecuzione dei cristiani nella loro sfera di influenza”.

Il Cardinale Müller, Vescovo di Regensburg, nel 2012 vie­ne nominato da Papa Benedetto XVI prefetto della Congregazione per la dottrina della fede e presidente della Pontificia Commissione Ecclesia Dei, della Pontificia Commissione Biblica e della Commissione Teologica Inter­nazionale, incarichi confermati da Papa Francesco nel 2013 e mantenuti fino al 2017. Creato Cardinale di Santa Romana Chiesa nel Concistoro del 2014. È Curatore dell’Opera Omnia di Joseph Ratzinger.

Santa Giustina e Belluno le due località che il predecessore del Car­dinale Müller alla guida del Palazzo del Sant’Uffizio, l’allora Cardi­nale Ratzinger, aveva visitato nell’ottobre 2004, sei mesi prima del Conclave del 2005 che lo avrebbe eletto al Soglio pontificio.

Intanto nei prossimi mesi sono previste altre pubblicazioni che riproporranno una parte delle partecipate conferenze svoltesi in questi anni a Col Cumano, mentre è in via di definizione la ripresa della tradizionali conferenze e la preparazione dei prossimi convegni con la partecipazione di varie università italiane e straniere.

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments