L’amore vero non è quello delle canzoni o della carne ma quello di Gesù


TUTTA LA VITA CI SERVE PER IMPARARE AD AMARE

Di Padre Giuseppe Tagliareni

“Al tempo dei giudici, ci fu nel paese una carestia e un uomo, [chiamato Elimèlec,] con la moglie Noemi e i suoi due figli emigrò da Betlemme di Giuda nei campi di Moab” (Rut 1,1), ad oriente del Mar Morto. Lì i due figli sposarono due donne moabite; ma nel giro di dieci anni morirono sia il padre che i due figli maschi. Rimasero tre donne sole: Noemi e le sue due nuore, senza figli. Noemi sentì dire che al suo paese era cessata la carestia e volle tornare a Betlemme, lasciando libere le nuore di far ritorno alle loro famiglie. Una se ne andò a casa, l’altra di nome Rut invece, volle restare con sua suocera, poiché l’amava come una madre.

Arrivate a Betlemme, i suoi conoscenti si felicitavano di rivederla. Ma lei diceva: “Non chiamatemi Noemi (= dolcezza mia), chiamatemi Mara, perché l’Onnipotente mi ha tanto amareg- giata!… Perché allora chiamarmi Noemi, se il Signore si è dichiarato contro di me e l’Onnipotente mi ha resa infelice?” (vv.20-21). Lei non sapeva che presto la sua sorte amara sarebbe stata tramutata in gioia.

Dio è Amore; il suo Comandamento non può essere che “amare”: Dio con tutto il cuore, il prossimo come se stessi. Ma l’amore vero non è quello delle canzoni o della carne, ma quello di Gesù che tutto sacrificò per la gloria di Dio e per la salvezza dei suoi fratelli. Tutta la vita ci serve per imparare ad amare e solo chi ha imparato entrerà nel Regno dei cieli.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments