Giuda ha tradito e voleva realizzare il Regno di Dio sulla terra con strumenti umani: altro che “mistero”!


NELL’EDITORIALE DELL’ULTIMO NUMERO DELLA RIVISTA DI APOLOGETICA TEOLOGICA FIDES CATHOLICA SI TORNA A PARLARE DELLA FINE DI GIUDA, L’APOSTOLO CHE HA TRADITO GESÙ. A FRONTE DI CHI STA RIPROPONENDO LA TESI DELLA “SPERANZA NELLA SALVEZZA” DELL’ISCARIOTA, ANCHE SULLA BASE DEL CAPITOLO «IL MISTERO DI GIUDA» DEL LIBRO DI GIOVANNI PAPINI “STORIA DI CRISTO” (1921), P. SERAFINO LANZETTA RICHIAMA ATTI DEGLI APOSTOLI 1,16-20 CHE «NON LASCIA SPAZIO AL PENSIERO DELLA SUA SALVEZZA NEANCHE IN EXTREMIS»

Di Giuseppe Brienza

È uscito nelle scorse settimane ed è stato inviato agli abbonati il nuovo numero della rivista semestrale di Apologetica Teologica “Fides Catholica” [Direttore responsabile: Corrado Gnerre; Direttore editoriale: P. Serafino M. Lanzetta, anno XVI, n. 1, Frigento (AV) gennaio-giugno 2021, pp. 232, € 15]. Il primo numero di questa testata, edita dalle Suore Francescane dell’Immacolata, è uscito nel marzo del 2006 e, da allora, ha meritoriamente continuato le sue pubblicazioni cartacee.

Come si può leggere anche sul sito web www.fidescatholica.com, cinque sono le sezioni che continuano a caratterizzare ogni numero di Fides Catholica: Editoriale, Historica, Philosophica, Theologica e Recensiones.

Nella prima sezione segnaliamo il saggio di P. Serafino Maria Lanzetta, teologo, docente e autore di numerosi testi, soprattutto di ecclesiologia e apologetica, dal titolo: Quei “misericordiosi alla rovescia” (pp. 5-16). In tale accurato testo dedicato alla critica della tesi della “speranza nella salvezza” dell’Apostolo traditore, pur ricordando che la Chiesa «non ha mai fatto una canonizzazione al contrario, dichiarando che un’anima è all’inferno, nemmeno nel caso di Giuda» (p. 6), il francescano non manca di rilevare che «lo stesso san Pietro negli Atti degli Apostoli, descrivendo la morte di Giuda quale condanna di un empio (cfr. At 1,16-20 in relazione a Sap 4,19), non lascia spazio al pensiero della sua salvezza neanche in extremis» (p. 7).

Il secondo saggio, contenuto nella sezione Historica, è la seconda parte della descrizione dettagliata, a cura di padre Paolo M. Siano FI, dei delitti del c.d. “mostro di Firenze” (1968/1974-1985), al termine dei quali l’Autore presenta la tesi del movente della setta esoterica o satanico all’origine di tali terribili fatti di cronaca nera, da preferire alla tesi invalsa del killer solitario che fa credere di essere in tanti (cfr. Appunti sul “Mostro di Firenze” & la pista esoterica, pp. 17-110).

Segue la sezione Philosophica con Jean-François M. Coudjofio FI che propone uno studio comparato della teologia morale di due “giganti” della famiglia francescana come san Bonaventura da Bagnoregio (1221-1274) e il beato Giovanni Duns Scoto (1265/1266-1308) (cfr. Se la moralità degli atti umani dipenda dal riferimento a Dio. La risposta del beato Duns Scoto, pp. 133-196).

Conclude il numero di Fides Catholica un saggio tradotto dal tedesco di padre Winfried Wermter CO, fondatore delle Ancelle del Santissimo Sangue (SAS), che spiega come la vita eucaristica sia da improntare di nuovo nella Chiesa secondo i tradizionali canoni della obbedienza, dell’offerta e dell’adorazione (cfr. Competenza eucaristica, pp. 197-223).

Per chiedere una copia saggio della rivista si può scrivere a: Fides Catholica – Casa Mariana Editrice, via dell’Immacolata 4, 83040 Frigento (AV) – rivista.fidescatholica@gmail.com. Il telefono della redazione è: 0825/44.44.15.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments