Vicenda foibe, “Tomaso Montanari sia rimosso dall’incarico di Rettore”


“NON È POSSIBILE CHE INFANGHI LA MEMORIA DI MIGLIAIA DI ITALIANI INFOIBATI DAI COMUNISTI DI TITO”

A cura di Angelica La Rosa

“Dopo le gravi dichiarazioni del Rettore dell’Università degli Stranieri di Siena dove lo stesso definisce il Giorno del Ricordo per i martiri delle foibe e per gli esuli istriani giuliani e dalmati una falsificazione, Fratelli d’Italia annuncia la presentazione di  una interrogazione al Ministro dell’Università Cristina Messa per chiedere la rimozione di Tomaso Montanari dall’incarico di Rettore. Non è possibile che chi infanga la memoria di migliaia di italiani infoibati dai comunisti di Tito mettendo in discussione il Giorno del Ricordo a loro dedicata possa ricoprire un incarico così prestigioso come quello di Rettore di un’università italiana”.

Lo hanno dichiarato i deputati di Fratelli d’Italia Paola Frassinetti, responsabile dipartimento istruzione e Giovanni Donzelli responsabile nazionale organizzazione, primi firmatari dell’interrogazione.

“Quella delle foibe e dell’esodo giuliano-dalmata è stata una delle più grandi tragedie che il nostro popolo abbia mai vissuto. Eppure c’è ancora qualcuno che, accecato da odio ideologico, si permette di infangarne la memoria. Ma vi sembra normale che chi nega il dramma delle foibe diriga un’università pubblica?”, ha dichiarato la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments