Nel dogma cristiano non c’è spazio per Ufo, extraterrestri, spiriti guida, reincarnazione, corpi astrali e fantasie varie


TORNATI IGNORANTI, TANTI EX-CRISTIANI NON CREDONO PIÙ ALLA RISURREZIONE E ALLA VITA ETERNA

Di Padre Giuseppe Tagliareni

San Paolo conforta i Tessalonicesi che, ignorando le cose, temevano per i loro defunti. Egli dichiara che il Signore all’ultimo giorno, ci radunerà tutti: vivi e defunti. “Il Signore stesso, a un ordine, alla voce dell’arcangelo e al suono della trom ba di Dio, discenderà dal cielo” (1Tes 4,16). Egli farà risorgere i morti e porterà con sé gli eletti, sollevandoli sulle nubi del cielo, mentre come disse Gesù nel Vangelo, lascerà i cadaveri agli avvoltoi.

Il sollevamento degli eletti è spiegato da Gesù: “Allora due uomini saranno nel campo: uno verrà portato via e l’altro lasciato. Due donne macineranno alla mola: una verrà portata via e l’altra lasciata” (Mt 24,40-41). Gli eletti verranno portati su una nuova Terra, con nuovi cieli, dove il Signore instaurerà il suo Regno eterno, che dopo l’ultimo Giudizio, si continuerà nel cielo.

Nel dogma cristiano non c’è spazio per Ufo, extraterrestri che ci piombano addosso, spiriti guida, reincarnazione, corpi astrali e fantasie varie. Tornati ignoranti, tanti ex-cristiani non credono più alla risurrezione e alla vita eterna.

“Nessun profeta è bene accetto nella sua patria”. Eppure il profeta dice cose giuste e sante, anche se a volte amare e spiacevoli. Per lui viene prima, la fedeltà a Dio; invece i paesani, come quelli di Nazareth con Gesù, vorrebbero un trattamento di favore! Non ricevendolo, si riempiono di ostilità tale da voler sopprimere il profeta, pur garantito da Dio.


Subscribe
Notificami
1 Commento
Oldest
Newest
Inline Feedbacks
View all comments

La narrativa UFO giunge dopo la narrativa covid e dopo quella sull’emergenza climatica, e si basa sulla paura e sull’ignoranza. Gli inventori sono sempre gli stessi.