Una comunità dove tutti cercano di rivestirsi di Cristo è un paradiso in terra


NESSUN LITIGIO, NESSUNA INGIUSTIZIA, MA SOLO AMORE RECIPROCO E PACE

Di Padre Giuseppe Tagliareni

Avendo aderito a Gesù Cristo, “vi siete svestiti dell’uomo vecchio con le sue azioni e avete rivestito il nuovo, che si rinnova per una piena conoscenza, ad immagine di Colui che lo ha creato” (Col 3,9-10).

Il vecchiume è l’egoismo, l’accontentare le passioni carnali, la maldicenza, l’invidia, la bugia. I seguaci di Cristo invece, si rivestono di “sentimenti di tenerezza, di bontà, di umiltà, di mansuetudine, di magnanimità” (v.12), di vera pazienza, di misericordia, di perdono reciproco.

Al di sopra di tutto, la carità, che è “il vincolo della perfezione” (v.14), cioè la virtù che anima tutte le altre nel modo perfetto. Lo stile del vero cristiano è mutuato da Cristo, supremo modello di ogni virtù. Una comunità dove tutti cercano di rivestirsi di Cristo è un paradiso in terra: nessun litigio, nessuna ingiustizia, ma solo amore reciproco e pace. Il centro vitale è l’Eucaristia celebrata e vissuta. In essa si attinge la parola di Dio, la sapienza, la lode a Dio, la gratitudine, il rendimento di grazie, tutto “nel nome del Signore Gesù” (v.17).

“Con la misura con la quale misurate, sarà misurato a voi in cambio“. Ci conviene la misura più larga: amare tutti, anche i nemici; perdonare a tutti, senza chiedere conto; prestare senza ritorno; salutare per primi; cedere anche il proprio, pur di non finire in tribunale; fare del bene anche a coloro che ci odiano; porgere l’altra guancia; non giudicare né condannare nessuno.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments