Il card. Ladaria: “i lefebvriani non sono separati dalla Chiesa ma il dialogo con loro è in stallo”


LA SITUAZIONE DELLA FRATERNITÀ SACERDOTALE SAN PIO X

A cura di Angelica La Rosa

Il cardinale Luis Francisco Ladaria Ferrer, prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede, ha pronunciato la lectio inauguralis per l’anno accademico 2021/22 all’Università Ecclesiastica di San Damaso di Madrid. Intervistato da Ecclesia, ha risposto anche ad una domanda sulla situazione della Fraternità Sacerdotale San Pio X.

Dobbiamo chiedere al Signore di illuminarci tutti perché il dialogo è un po’ stagnante, è da tanto che non si fanno progressi. Per questo dobbiamo chiedere al Signore di aiutarci, perché l’unità è un dono che viene da Dio, non dipende da noi e che con questo aiuto si possono superare queste difficoltà. È qualcosa che dipende da Nostro Signore e dobbiamo chiedere che ci apra la strada per raggiungere l’unità più piena, perché non è che siano separati dalla Chiesa cattolica, ma l’unione non è perfetta in questo momento. Per questo cercheremo con la preghiera e il nostro spirito di accoglienza che questo possa essere fatto quanto prima“.

Il porporato ha ricordato che la teologia “illustra la nostra fede“, ci fa “vivere meglio la nostra fede, […] conoscere meglio nostro Signore e, quindi, ci rende capaci di seguirlo e amarlo di più. Pertanto, deve essere a disposizione di tutti e si deve garantire che la maggior parte dei battezzati possa accedere a questi studi, perché maggiore è la portata, meglio è. Le nostre facoltà di teologia, grazie a Dio, sono oggi piene di laici e laiche, e questo è un progresso molto grande di cui dobbiamo ringraziare il Signore“.


Subscribe
Notificami
1 Commento
Oldest
Newest
Inline Feedbacks
View all comments

Ho frequentato anch’io un corso di Teologia per laici, più di 30 anni fa, quindi in tempi migliori: modernismo a tutto spiano. Un miracolo se ho conservato la fede!
Tobia