La vera sapienza è vedere le cose come le vede Dio


DOMENICA XXVIII DEL T. O. ANNO B

Di Padre Giuseppe Tagliareni

La sapienza è una ricchezza incalcolabile. Chi ne apprezza il valore, la chiede a Dio e si mette a cercarla. “L’ho amata più della salute e della bellezza, ho preferito avere lei piuttosto che la luce, perché lo splendore che viene da lei non tramonta” (Sap 7,10).

La vera sapienza è vedere le cose come le vede Dio. Il giovane ricco che chiese a Gesù la via della vita eterna, osservava già i Comandamenti, ma era attaccato alle sue ricchezze. Gesù gli disse: “Se vuoi essere perfetto, vendi tutto e dallo ai poveri… Poi vieni e seguimi”. Ma egli non volle e se ne andò triste.

È difficile che un ricco entri nel regno di Dio; ma a Dio tutto è possibile. Ordinariamente i ricchi non usano le loro ricchezze per sovvenire i poveri, ma per i loro piaceri, rischiando la divina condanna. Chi lascia tutto per seguire Gesù, avrà cento volte tanto e la vita eterna, insieme a persecu zioni. Ma che importa? Purché Cristo sia conosciuto e creduto, tutto si può sopportare anche il martirio. E questa è la vera sapienza!

La Parola di Dio è come una spada di luce che penetra nell’intimo e rivela quello che c’è dentro. “Non vi è creatura che possa nascondersi davanti a Dio, ma tutto è nudo e scoperto agli occhi di colui al quale noi dobbiamo rendere conto”.

Beato chi apre il cuore alla luce e alla voce di Dio! Stolto è colui che nasconde i suoi propositi malvagi, credendo che nessuno li vede!


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments