Quell’ipocrisia di socialisti e comunisti spagnoli…


IL GOVERNO DI PEDRO SÁNCHEZ SI RIFIUTA DI AUMENTARE GLI AIUTI AI MALATI DI SLA

Di Angelica La Rosa

In Spagna lo stesso governo social-comunista che è riuscito a legalizzare l’eutanasia e il suicidio assistito a carico della sanità pubblica, si rifiuta di aumentare gli aiuti finanziari ai malati di Sla.

Uno di loro, Jordi Sabaté, che chiede aiuto per vivere dignitosamente, ha protestato contro l’ipocrisia di socialisti e comunisti ed ha spiegato su Twitter quali sono i suoi sentimenti riguardo alla decisione del governo di Pedro Sánchez di non aumentare gli aiuti ai malati di Sla.

“Il governo spagnolo più progressista e di sinistra nella nostra democrazia ha posto il veto alla mia iniziativa di approvare una legge per aiutare i malati di Sla a vivere con dignità, perché dicono che sarebbe un aumento della spesa pubblica. Siete senza cuore!”. Così ha scritto Sabaté.

Jordi si descrive su Twitter come un’attivista youtuber che da 7 anni vive con la Sla, una malattia incurabile. “Non riesco a muovermi, parlare, mangiare o bere e respiro a fatica. Ma amo la vita”, ha detto Sabaté. Da anni si batte affinché lo stato spagnolo aiuti i pazienti affetti da questa terribile malattia che nelle ultime fasi necessita di un’assoluta attenzione personalizzata.

In un’intervista a InfoCatòlica, in cui ha dato testimonianza di come la sua fede lo ha aiutato ad affrontare la croce che soffre, ha spiegato che in Spagna “i malati di Sla sono completamente abbandonati dallo Stato”. Nel paese iberico sono circa 4.000 i malati di Sla “e ogni giorno vengono diagnosticati tre nuovi casi e altre tre persone muoiono”. “Non abbiamo assistenza sociale ed economica per poter vivere dignitosamente o semplicemente per poter continuare a vivere”.

Sabaté ha quasi 75.000 follower su Twitter, molti dei quali si uniscono alla sua protesta contro la disumanità di un governo che propone il suicidio come via d’uscita da malattie come la SLA invece di aiutare i pazienti a vivere dando tutto ciò di cui hanno bisogno.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments