Per il mese di novembre “la coroncina dei 100 requiem”

Nel nome del Padre del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

O Dio vieni a salvarmi

Signore vieni presto in nostro aiuto

Gloria al Padre…

1a decina:

Ti offro, adorato mio Gesù, in aiuto delle anime del Purgatorio, i meriti dei patimenti e dei dolori da te sofferti per la nostra redenzione; e incomincio dal contemplare quel sangue, che trasudò dal tuo corpo per la tristezza e l’angoscia che ti assalì nell’orto degli Ulivi.

10 volte l’Eterno Riposo

Anime sante, Anime del Purgatorio pregate Dio per me,

ch’io pregherò per voi, perché vi doni la gloria del Paradiso.

Salmo 130 De profundis:

Dal profondo a Te grido, Signore,

Signore ascolta la mia voce!

Siano i tuoi orecchi attenti

alla voce della mia preghiera.

Se consideri le colpe, Signore,

Signore, chi potrà sussistere?

Ma presso di Te è il perdono,

perciò avremo il tuo timore.

Io spero nel Signore,

l’anima mia spera nella sua parola,

l’anima mia attende il Signore

più che le sentinelle l’aurora.

Israele attenda il Signore,

perché presso il Signore è la misericordia

e grande presso di lui la redenzione.

Egli redimerà Israele

da tutte le sue colpe.

2 a decina:

Ti offro, adorato mio Gesù, per le anime del Purgatorio, la somma afflizione, che ti strinse il cuore, nel vedere un tuo discepolo, Giuda, da te amato e beneficato, il quale, fattosi persecutore, con bacio sacrilego ti tradì per consegnarti nelle mani di crudeli nemici.

10 volte l’Eterno Riposo

Anime sante, Anime del Purgatorio pregate Dio per me,

ch’io pregherò per voi, perché vi doni la gloria del Paradiso.

Salmo 130 De profundis

3 a decina:

Ti offro, adorato mio Gesù, per le anime del Purgatorio, la mirabile pazienza con cui sopportasti tanti oltraggi da quella vile soldatesca, che ti trascinò da Anna a Caifa, da Pilato ad Erode, il quale, per maggior disprezzo, facendoti indossare la veste dei folli, fra le beffe e le derisioni del popolo, ti rimandò al governatore romano.

10 volte l’Eterno Riposo

Anime sante, Anime del Purgatorio pregate Dio per me,

ch’io pregherò per voi, perché vi doni la gloria del Paradiso.

Salmo 130 De profundis

4 a decina:

Ti offro, adorato mio Gesù, per le anime del Purgatorio, l’amarezza che turbò il tuo spirito allorché dai Giudei, tu innocente e giusto fosti posposto a Barabba, sedizioso ed omicida; poi legato alla colonna, senza alcuna pietà, fosti percosso con innumerevoli frustate.

10 volte l’Eterno Riposo

Anime sante, Anime del Purgatorio pregate Dio per me,

ch’io pregherò per voi, perché vi doni la gloria del Paradiso.

Salmo 130 De profundis

5 a decina:

Ti offro, adorato mio Gesù, per le anime del Purgatorio l’umiliazione da te tollerata, quando, per trattarti da finto re, ti hanno posto sulle spalle un cencio di porpora e ti hanno dato per scettro una canna, ti cinsero il capo con la tormentosa corona di spine, e così Pilato ti mostrò al popolo con le parole: Ecce homo.

10 volte l’Eterno Riposo

Anime sante, Anime del Purgatorio pregate Dio per me,

ch’io pregherò per voi, perché vi doni la gloria del Paradiso.

Salmo 130 De profundis

6 a decina:

Ti offro, adorato mio Gesù, per le anime del Purgatorio, l’ineffabile rammarico che provasti, quando contro di te si gridò: crucifige, crucifige: ed il penoso peso sostenuto con sublime rassegnazione lungo la via del Calvario, col pesante legno della croce sulle spalle.

10 volte l’Eterno Riposo

Anime sante, Anime del Purgatorio pregate Dio per me,

ch’io pregherò per voi, perché vi doni la gloria del Paradiso.

Salmo 130 De profundis

7 a decina:

Ti offro, adorato mio Gesù, per le anime del Purgatorio, la compassione pietosa, e il dolore profondo da te interamente sentito, allorquando dalla tua diletta Madre, venuta ad incontrarti e ad abbracciarti, fosti con tanta violenza separato.

10 volte l’Eterno Riposo

Anime sante, Anime del Purgatorio pregate Dio per me,

ch’io pregherò per voi, perché vi doni la gloria del Paradiso.

Salmo 130 De profundis

8 a decina:

Ti offro, adorato mio Gesù, per le anime del Purgatorio, gli inauditi tormenti che patisti quando, disteso sulla croce il tuo corpo sanguinante, fosti orribilmente trafitto con chiodi nelle nani e nei piedi, e innalzato sopra l’ignominioso patibolo.

10 volte l’Eterno Riposo

Anime sante, Anime del Purgatorio pregate Dio per me,

ch’io pregherò per voi, perché vi doni la gloria del Paradiso.

Salmo 130 De profundis

9 a decina:

Ti offro, adorato mio Gesù, per le anime del Purgatorio le angosce e le pene, che per tre ore continue sopportasti pendente alla croce e gli spasimi, che soffristi in tutte le membra, accresciuti dalla presenza della tua addolorata Madre, testimone di una simile straziante agonia.

10 volte l’Eterno Riposo

Anime sante, Anime del Purgatorio pregate Dio per me,

ch’io pregherò per voi, perché vi doni la gloria del Paradiso.

Salmo 130 De profundis

10 a decina:

Ti offro, adorato mio Gesù, per le anime del Purgatorio, la desolazione da cui fu oppressa la Vergine Santissima nell’assistere alla tua morte, e lo schianto del suo tenero cuore nell’accoglierti esanime, deposto dalla croce, tra le sue braccia.

10 volte l’Eterno Riposo

Anime sante, Anime del Purgatorio pregate Dio per me,

ch’io pregherò per voi, perché vi doni la gloria del Paradiso.

Salmo 130 De profundis

Litanie peri fedeli defunti

Signore, pietà – Signore, pietà

Cristo, pietà – Cristo, pietà

Signore, pietà – Signore, pietà

O Dio Padre, Creatore del mondo – abbi pietà dei fedeli defunti

O Dio Figlio, Redentore del mondo – libera i fedeli defunti

O Dio Spirito Santo, Santificatore degli eletti – soccorri i fedeli defunti

Santa Trinità, tre persone in un solo Dio – da’ pace ai fedeli defunti

Vergine Maria, assunta in cielo in anima e corpo – prega per i fedeli defunti

Angeli beati, che contemplate il volto di Dio e servite il suo progetto di salvezza – pregate per i fedeli defunti

O santi patriarchi e profeti, che godete la chiara visione di Dio – pregate per i fedeli defunti

O santi Apostoli, che giudicherete le dodici tribù d’Israele – pregate per i fedeli defunti

Dalle pene per i peccati da loro commessi: liberali o Signore

Per la tua misericordia che ti ha portato ad avere sempre compassione della fragilità umana: liberali o Signore

Per i meriti della tua morte in croce con la quale hai riconciliato il mondo con il Padre: liberali o Signore

Per la tua risurrezione da morte, con cui apristi il regno dei Cieli ai tuoi credenti: liberali o Signore

Per la tua gloriosa ascensione al Cielo dove promettesti di preparare un posto ai figli di Dio: liberali o Signore

Per la tua venuta gloriosa alla fine dei tempi: liberali o Signore

Noi peccatori, Ti preghiamo ascoltaci

Degnati di affrettare il giorno della piena comunione con te ai fedeli che stanno purificandosi – noi ti preghiamo ascoltaci

O santi discepoli del Salvatore, che giungeste alla celeste Gerusalemme – pregate per i fedeli defunti

O santi martiri, che con il sacrificio del vostro sangue siete arrivati al pieno possesso dei beni del Regno – pregate per i fedeli defunti

O sante Vergini, che foste pronte alla prima voce dello Sposo – pregate per i fedeli defunti

O santi tutti, che godete la piena comunione con Dio – pregate per i fedeli defunti

Abbi misericordia o Signore e perdona i loro peccati

Abbi misericordia o Signore e ascolta le loro preghiere

Dalla loro afflizione dovuta a tante ingratitudini verso Dio – liberali o Signore

Dal loro tormento che subiscono per non aver generosamente amato – liberali o Signore

Per le preghiere della Chiesa e specialmente per i meriti del tuo Sacrificio pasquale, degnati di accoglierli nell’eterna gioia – noi ti preghiamo, ascoltaci

La tua visione li conforti e la gloriosa luce della Croce risplenda su di loro – noi ti preghiamo, ascoltaci

I santi Apostoli aprano loro le porte del Regno e la schiera dei Martiri li conduca a te – noi ti preghiamo, ascoltaci

Tutta la Gerusalemme celeste celebri la loro liberazione ed il coro degli angeli canti l’inno di gioia per la loro eterna felicità – noi ti preghiamo, ascoltaci

Figlio di Dio – noi ti preghiamo, ascoltaci

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo – perdona loro o Gesù.

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo – esaudisci loro o Gesù.

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo – accorda a questi poveri defunti il riposo eterno.

Preghiamo:

Ascolta, o Dio, la preghiera che la comunità dei credenti innalza a te nella fede del Signore risorto, e conferma in noi la beata speranza che insieme ai nostri fratelli defunti risorgeremo in Cristo a vita nuova. Egli è Dio, e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen.

1 NOVEMBRE

“Suor Maria dell’Eucaristia voleva accendere i ceri per una processione; non aveva fiammiferi, ma vedendo la fiammella che ardeva davanti alle reliquie, si avvicinò. Ahimè la trovò semispenta …Eppure riuscì ad accendere il suo cero e con esso furono accesi tutti i ceri della Comunità. Una fiammella semispenta produsse fiamme belle.. .Lo stesso è della comunione dei santi: spesso riceviamo grazie e luci da anime nascoste, perché il Signore vuole che i santi si comunichino reciprocamente la grazia per mezzo della preghiera “. (Santa Teresina di Lisieux)

L’eterno riposo…

Degnati, Signore, di ricompensare con la vita eterna tutti quelli che ci fanno del bene per amore tuo.

Suffragio: Mi impegnerò ad ottenere un’indulgenza per un’anima del purgatorio.

2 NOVEMBRE

“Era la sera dei morti, stavo pregando, quando il demonio si mise sopra il libro per impedirmi di continuare, venne e se ne andò per tre volte, fino a che non lo aspersi con acqua benedetta. Vidi allora uscire subito dal purgatorio alcune anime a cui il demonio avrebbe voluto ritardare la liberazione “. (Santa Teresa d’Avila)

L’eterno riposo…Degnati, Signore…

Suffragio: Visiterò il cimitero e reciterò le mie pre­ghiere applicandone le indulgenze a tutti i defunti.

3 NOVEMBRE

“Ho provveduto alle anime che sono in purgatorio per mezzo di voi che ora siete nella vita mortale e avete il tempo per loro; e, mediante le elemosine e l’ufficio divino che fate dire ai miei ministri, insieme ai digiuni e alle preghiere fatte in stato di grazia, potete abbreviare loro il tempo della pena, confidando nella mia misericordia “. (Gesù a santa Caterina da Siena)

L’eterno riposo…Degnati, Signore…

Suffragio: Reciterò più volte al giorno la giaculatoria: “Gesù, Giuseppe e Maria, vi dono il cuore e l’anima mia” per liberare l’anima che mi è più cara.

4 NOVEMBRE

“Le anime del purgatorio non possono pregare per se stesse. Ma possiamo farlo noi in loro favore. Se a loro non è permesso aiutarsi, a noi è imposto di soccorrerle. E un dovere, è un obbligo di carità. Le anime del purgatorio sono nostro prossimo non meno di quan­to erano in questa terra, per cui dobbiamo interessarci del loro stato e sollevarle”. (Beato Annibale Maria di Francia).

L’eterno riposo…Degnati, Signore…

Suffragio: Al tramonto reciterò il De profundis applicandone le indulgenze ai miei parenti defunti.

5 NOVEMBRE

“Immagina di entrare in una sala d’ospedale, dove giacciono infermi colpiti dalle più terribili malattie; immagina di avere la potenza o l’arte di guarirli; non saresti l’uomo più crudele del mondo se non lo facessi? Tale sei tu, anzi di più, quando lasci in abbandono le anime del purgatorio senza soccorrerle nelle loropene “.(Beato Annibale Maria di Francia)

L’eterno riposo…Degnati, Signore…

Suffragio: Ripeterò per tre volte L’eterno riposo per le anime dimenticate dai loro cari.

6 NOVEMBRE

“Non sono pochi i vantaggi che a noi provengono dal suffragare le anime del purgatorio. Vuole dire attirarsi la protezione e la misericordia di Dio. Qua noi con le nostre preghiere solleviamo le anime del purgatorio, sono esse che impetrano misericordia per al divino cospetto “. (Beato Annibale M. di Francia)

L’eterno riposo…Degnati, Signore…

Suffragio: Farò elemosine applicandone le ai miei defunti più cari.

7 NOVEMBRE

“Gesù ha detto: ‘Con la misura con la quale misurate gli altri, sarete misurati anche voi ‘(Mt 7,2). Se oggi noi chiudiamo il cuore alla pietà, se oggi lasciamo in abbandono tante anime che aspettano i nostri suffragi, Dio, che è giusto, permetterò che anche noi siamo dimenticati “. (Beato Annibale Maria di Francia)

L’eterno riposo…Degnati, Signore…

Suffragio: Baciando le piaghe del crocifisso ripeterò più volte: “Piaghe sante di Gesù, pietà delle anime che devono rimanere in purgatorio “.

8 NOVEMBRE

“Gli angeli incaricati di custodire gli uomini, non li abbandonano mai. Se le anime loro affidate, dopo la morte, vanno in purgatorio, gli angeli custodi spesso le visitano e le confortano, le accompagnano fino alla loro entrata nella gloria dei beati “,

(Camilla Battista da Varano)

L’eterno riposo…Degnati, Signore…

Suffragio: Reciterò una corona di 100 Requiem per chi fa il purgatorio in casa mia.

9 NOVEMBRE

“Tra le pene infernali e quelle del purgatorio c’è solo questa differenza: quelle sono eterne, queste temporanee; inoltre in purgatorio le anime soffrono volentieri con gioia e pace rendendo grazie a me, sommagiustizia “.       (Gesù a Camilla Battista da Varano)

L’eterno riposo…Degnati, Signore…

Suffragio: Reciterò un salmo per le anime più dimenticate dai loro cari.

10 NOVEMBRE

“La messa apporta grande refrigerio alle anime sante del purgatorio. Si legge che San Gregorio con una sola messa le liberò una volta per tutte. Ed è certo che ad ogni messa una gran numero di quelle anime se no, salgono in cielo “.(Beato Annibale M di Francia)

L’eterno riposo…Degnati, Signore…

Suffragio: Oggi farò dei fioretti e li offrirò al Si in suffragio di tutti i defunti che ho conosciuto.

11 NOVEMBRE

“Le anime del purgatorio sono tormentate da gravi dubbi relativi al momento in cui potranno uscire da quel luogo e sulla fine della loro pena. Se è vero che hanno abitualmente le tre virtù teologali, fede, speranza e carità, tuttavia, il sentimento attuale delle pene e della privazione da Dio impedisce loro di godere del bene presente e del conforto di queste virtù”.(San Giovanni della Croce)

L’eterno riposo…Degnati, Signore… (vedi pag. 468)

Suffragio: Reciterò più volte al giorno l’invocazione: “O Signore Gesù Cristo, concedi loro l’eterno riposo” applicandone l’indulgenza a favore di coloro che in terra dissero male del papa e dei suoi ministri.

12 NOVEMBRE

“Un secondo mezzo per suffragare le anime del purgatorio è la recita del Rosario. Quando lo recitiamo per qualche anima, quella sente smorzare le ardenti fiamme che la circondano e prova un refrigerio di paradiso. Affrettiamoci, dunque, a suffragare queste anime specialmente le più abbandonate, potrebbero essere quelle dei nostri cari”.(Beato Annibale M di Francia)

L’eterno riposo…Degnati, Signore…

Suffragio: Oggi reciterò una corona del rosario in suffragio delle anime del purgatorio.

13 NOVEMBRE

“Possiamo dedurre il modo di soffrire delle anime del purgatorio. Il fuoco da cui sono avvolte non avrebbe alcun potere su di esse, se non avessero alcuna imperfezione in cui patire. Queste costituiscono la materia su cui agisce il fuoco, finita questa materia non c’è altro da bruciare, allora, anche la sofferenza dell’anima cessa e rimane solo la gioia “.(San Giovanni della Croce)

L’eterno riposo…Degnati, Signore…

Suffragio: Diciamo una Salve Regina per le anime del purgatorio che in terra hanno offeso la Madre di Dio.

14 NOVEMBRE

“Desideri conoscere il potere della grazia di Dio? Guarda il buon ladrone. Donde comprendiamo che nessuno deve disperare della propria salvezza, vedendo come costui si adoperasse perché la sovrabbondanza dei tormenti inflittigli per pena, si trasformasse in purgatorio e potesse entrare così, appena morto, nel gaudio del suo Signore “. (San Roberto Bellarmino)

L’eterno riposo…Degnati, Signore…

Suffragio: Oggi cercherò di evitare il peccato in suffragio di un’anima particolare del purgatorio

15 NOVEMBRE

“La santità di Giustizia si imprime in maniera tanto terribile nell’anima, che questa preferirebbe buttarsi in tutte le pene possibili e immaginabili e sarebbe pronta a soffrire tutte le pene dei dannati, piuttosto che comparire davanti alla santità di Dio, macchiata di un solo peccato “. (Santa Margherita Alacoque)

L’eterno riposo…Degnati, Signore…

Suffragio: Reciterò la Via Crucis in suffragio delle anime del purgatorio.

16 NOVEMBRE

“Davanti alla purezza di Dio, l’anima, segnata anche dal più lieve peccato, ripete con l’apostolo Pietro allontanati da me che sono un peccatore pur sapendo che lontano dall’amato non c’è che dolore”.(Santa Margherita Alacoque)

L’eterno riposo…Degnati, Signore…

Suffragio: Oggi reciterò tre volte il Credo in ginocchio in memoria delle anime dei dubbiosi.

17 NOVEMBRE

“La conoscenza dell’amore che Dio ha per l’anima un desiderio tanto struggente di essere unita a Dio, che essa non riesce ad avere riposo “.(Santa Margherita Alacoque)

L’eterno riposo…Degnati, Signore…

Suffragio: Oggi terrò a freno la lingua in suffragio delle anime che in vita ebbero la debolezza della chiacchiera facile.

18 NOVEMBRE

“Siamo ben convinti che i morti ai quali vanno le nostre cure traggono beneficio soltanto dalle suppliche solenni fatte per loro nel sacrificio offerto dell’altare e in quello delle nostre preghiere e delle nostre elemosine “.            (Sant’Agostino)

L’eterno riposo…Degnati, Signore…

Suffragio: Oggi cercherò di tenere a freno gli occhi i offrirò questo sacrificio per coloro che soffrono in purgatorio per aver peccato con essi.

19 NOVEMBRE

“Dio mostrandosi di continuo all’anima e scoprendole lei tesori di cui l’arricchisce e l’amore ardente che le porta le manifesta nello stesso tempo quanto poco essa corrisponda al suo amore e la stimola così vivamente a riamarlo che allora l’anima non ha più interessi, né altri desideri, né altre premure che per il suo unico amore, il resto le sembra superfluo o inutile “.(Santa Margherita Alacoque)

L’eterno riposo…Degnati, Signore…

Suffragio: Prima di pranzo reciterò per cinque volte il padre nostro, l’Ave Maria e L’eterno riposo in suffragio delle anime che sedettero a tavola con noi.

20 NOVEMBRE

“Troppo felici sono i devoti di Maria, poiché non solo in questa terra sono da lei soccorsi, ma anche nel purgatorio sono dalla sua protezione assistiti e consolati ” (Sant’Alfonso M. de’ Liguori)

L’eterno riposo…Degnati, Signore…

Suffragio: Farò celebrare qualche messa in suffragio di qualche persona che soffre in purgatorio per causa mia.

21 NOVEMBRE

“Io sono la madre di tutte le anime che gemono in purgatorio, mentre tutte le pene che esse meritano per le colpe commesse in vita, in ogni ora, mentre stanno lì, per le mie preghiere sono in qualche modo mitigate.(Maria a santa Brigida)

L’eterno riposo…Degnati, Signore…

Suffragio: Cercherò di recitare insieme alla mia fami­glia una preghiera i defunti a noi più cari.

23 NOVEMBRE

“Il solo nome di Maria, nome di speranza e di salute, che spesso invocano in purgatorio le sue figlie predilette, è per esse un gran conforto. L’amorosa Madre, poi, sentendo la loro invocazione, aggiunge le sue preghiere a Dio, e quelle anime come da celeste rugiada, vengono rinfrescate nei loro grandi ardori”.(Sant’AlfonsoM. de’Liguori)

L’eterno riposo…Degnati, Signore…

Suffragio: Oggi farò gesti di carità per le anime che in vita ebbero poco e furono abbandonate da tutti.

22 NOVEMBRE

“Non disdegna la pietosa madre alle volte anche di entrare in quella santa prigione per visitare e consolare quelle sue figlie afflitte”.(Sant’Alfonso M de’Liguori)

L’eterno riposo…Degnati, Signore…

Suffragio: Prima di addormentarmi reciterò il De profundis in suffragio di color che morirono, senza il conforto dei sacramenti.

24 NOVEMBRE

“È ben nota la promessa che fece Maria al papa Giovanni XXII, al quale apparendo ordinò che facesse sapere a tutti coloro che portassero il sacro abitino del Carmine, che nel sabato dopo la loro morte sarebbero stati liberati dl purgatorio”.(Sant’Alfonso M de’Liguori)

L’eterno riposo…Degnati, Signore…

Suffragio: Sopporterò con pazienza le contrarietà della giornata a beneficio delle anime del purgatorio.

25 NOVEMBRE

“Sono la madre di tutti coloro che si trovano in purgatorio. Li consolo nelle loro pene”.(La Madonna a santa Brigida di Svezia)

L’eterno riposo…Degnati, Signore…

Suffragio: Prima di addormentarmi reciterò in famiglia il rosario in suffragio di coloro che in vita furono devoti alla Madonna.

26 NOVEMBRE

“Il peccato è la copertura delle anime e, nel purgatorio si va consumando attraverso il fuoco, e quanto più si consuma tanto più corrisponde maggiormente al vero sole Dio. Perciò tanto cresce la contentezza, quanto viene meno il peccato e l’anima si scopre al raggio divino. Non manca, però, la pena, limitata al periodo nel quale occorre stare in pena” (Santa Caterina da Genova)

L’eterno riposo…Degnati, Signore…

Suffragio: Oggi mi confesserò e farò la comunione a beneficio delle anime del purgatorio

27 NOVEMBRE

“Le anime del purgatorio hanno gioia e pena grandissime, l’una non impedisce l’altra; poiché l’amore di Dio che trabocca nell’anima le dà una gioia così grande che non si può esprimere, ma non toglie neanche un minimo di pena. Anzi è quell’amore che si trova ritardato la loro pena “. (Santa Caterina da Genova)

L’eterno riposo…Degnati, Signore…

Suffragio: Oggi farò dei sacrifici a beneficio delle anime del purgatorio che mi hanno voluto bene.

28 NOVEMBRE

“Il paradiso è senza porta tale è la misericordia di Dio, per cui chi vi vuole entrare vi entra, ma l’essenza divina è così pura che anche l’anima che trova in sé la minima imperfezione si getterebbe immediatamente in mille inferni, piuttosto che trovarsi in presenza della divina maestà con quella macchia. Perciò, vedendo il purgatorio finalizzato a levare tali macchie, vi si getta dentro, e le sembra di trovare una gran misericordia, per potersi togliere quell’impedimento “.(Santa Caterina da Genova)

L’eterno riposo…Degnati, Signore…

Suffragio: Ripeterò con san Francesco: “È tanto il bene che mi aspetto che ogni penami è diletto”.

29 NOVEMBRE

“Ogni uomo può’ considerarsi come persona singola e come parte della società. Perciò anche il giudizio su di lui deve essere duplice: uno subito dopo la morte per quello che operò come persona singola, l’altro alla fine del mondo, nel quale viene giudicato come membro della società umana “. (San Tommaso)

L’eterno riposo…Degnati, Signore…

Suffragio: Farò mia questo invito “Conviene soccorrere i morti non con le lacrime, ma con le elemosine”.(San Giovanni Crisostomo)

30 NOVEMBRE

“Rimane il momento della morte vicina, il tempo in cui si tratta veramente della somma di tutte le cose, perché se l’anima, nell’uscire dal corpo, cade nelle mani del demonio, non rimane più altra via di salvezza, al contrario, se cade nelle mani di Dio, non ci sarà più da avere paura. Perciò si dovrà ripetere spesso, con vera e perfetta contrizione ‘Nelle tue mani, o Signore, consegno il mio spirito: tu mi redimerai, o Signore, Dio di verità’.” (San Roberto Bellarmino)

L’eterno riposo…Degnati, Signore…

Suffragio: Reciterò un salmo penitenziale o una preghiera per tutti coloro che sono morti in incidenti stradali o di morte improvvisa.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments