Giornali a picco, edicole chiuse. Giornalisti fatevi qualche domanda!


GRAN PARTE DEI GIORNALISTI SEMBRANO PENSARE SOLO A SALVARE I LORO STIPENDI E LE LORO PENSIONI…

A cura di Angelica La Rosa

“I giornali vanno a picco, le edicole chiudono una dopo l’altra (le librerie sono già estinte). I giornalisti lo sanno e ormai sperano solo che lo Stato intervenga a salvar loro stipendi e pensioni. Da qui il generale appiattimento sulla narrazione governativa, da cui l’accanimento contro i cortei no-greenpass. Che però sono decine di migliaia di persone che ogni sabato scendono in piazza”.

Così ha scritto il noto giornalista Rino Cammilleri in uno dei suoi ultimi “Antidoti”.

“Decine di migliaia di persone che ormai non si fidano più dei giornalisti. Un bel boomerang. Se infine andiamo sui social, sulle app e su internet scopriamo che quelli che non si fidano più di nessuno (medici, magistrati, sindacalisti, politici, scienziati…) cominciano a essere troppi. E ora? Tutti complottisti? Tutte fakenews? Tutti cretini tranne lor signori?”, conclude il saggista d’origine siciliana, da anni residente a Milano, proprio una di quelle città dove settimanalmente si tengono imponenti manifestazioni contro il Green Pass generalmente ignorate dai mass media di regime, utili strumenti del “Draghistan”.

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments