Ecco chi è san David I, re di Scozia, chiamata “il buon re”

di Mariella Lentini*

I SANTI MANIFESTANO IN DIVERSI MODI LA PRESENZA POTENTE E TRASFORMANTE DEL RISORTO” (BENEDETTO XVI)

Molti re della storia sono crudeli, assetati di potere e di denaro, dediti alla guerra e allo sfruttamento del popolo; essi vivono nel lusso mentre la gente, dovendo pagare tantissime tasse, muore di fame, di freddo e di malattia. Altri re, invece, sono buoni, altruisti, generosi; vivono in maniera semplice e con le loro leggi fanno prosperare il popolo. Per loro governare ed essere alla guida del proprio Paese è come una missione, significa avere la responsabilità di far vivere bene tutti gli abitanti, soprattutto i più bisognosi e i più deboli: poveri, ammalati, anziani, orfani.

Alcuni di questi re sono diventati santi come re David I di Scozia, nato nel 1084. David è un principino poiché i suoi genitori sono il re Malcom III Canmore e Santa Margherita di Scozia. Ha solo otto anni quando rimane orfano e va a vivere con la sorella Matilde, moglie del re Enrico I d’Inghilterra.

A corte David studia e riceve una buona educazione. Egli è buono d’animo, aiuta il prossimo, fa l’elemosina ed essendo religioso e credente prega molto. Dopo la perdita del fratello primogenito Alessandro I, re di Scozia, David nel 1124 diventa sovrano. Il nuovo re promulga leggi a favore del popolo per diffondere l’istruzione e una sana e sufficiente alimentazione.

David I diventa famoso anche per aver istituito il “processo inquisitivo”, una vera novità per l’epoca: il giudice non sente solo la versione delle parti in contrasto ma indaga egli stesso per stabilire la verità e, quindi, per emettere una giusta sentenza. Prima il giudice rischiava di infliggere una punizione a degli innocenti perché i poveri, essendo meno istruiti, soccombevano di fronte a un avversario più ricco e colto, capace di esprimere fatti che, spesso, non coincidevano con la realtà.

Grazie al re David I le città prosperano e il commercio ha nuovo impulso. Per non far mancare il cibo David I fa costruire monasteri dove i monaci insegnano a leggere, scrivere e coltivare la terra rendendola fertile. Ad ogni abbondante raccolto i contadini sono sempre più riconoscenti a David I: il popolo lo ama e lo chiama “il buon re”. San David I si ammala e muore nel 1153.

 

* Autrice del libro
“Santi compagni guida per tutti i giorni”

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments