Sei contro l’aborto? Non puoi fare colazione al ristorante Busboys and Poets


di Angelica La Rosa

RISTORANTE DI WASHINGTON ANNULLA LA COLAZIONE PRENOTATA DA UN GRUPPO PRO-VITA

Il ristorante Busboys and Poets di Washington ha cancellato una colazione di gruppo dopo aver scoperto che era stata organizzata da volontari contro l’aborto in occasione della Marcia per la Vita.

Il ristorante della capitale nordamericana si vanti di essere accogliente verso i “gruppi diversi” con “punti di vista diversi”, a meno che tali punti di vista non comprendano la difesa del diritto alla vita!

Il motivo della cancellazione è che la catena a cui appartiene il ristorante “crede fermamente che le donne abbiano il diritto di prendere le proprie decisioni sulla salute riproduttiva”.

Il gruppo pro-vita “Democrats for Life of America” aveva prenotato la colazione nell’ambito della Marcia per la Vita che è tenuta ieri, 21 gennaio, a Washington DC. Durante la colazione, il gruppo intendeva raccogliere fondi per aiutare a eleggere candidati anti-aborto alle imminenti elezioni americane.

Quando il ristorante ha scoperto che la colazione riservata sarebbe servita a tale scopo, ha deciso di “cancellarla e rimborsare la caparra agli organizzatori”, nonostante il regolamento stesso del ristorante per lo svolgimento di eventi non preveda alcun tipo di restrizione legate alle idee politiche o morali degli ospiti.

Il direttore esecutivo del gruppo pro-vita ha dichiarato che “chiaramente, quelli di Busboys e Poets si sono piegati alle pressioni piuttosto che onorare il contratto che avevamo firmato”.

Da parte sua, la portavoce del ristorante ha affermato che “sebbene siamo felici di accogliere conversazioni di persone che esprimono punti di vista diversi e siamo orgogliosi di essere un luogo in cui possono aver luogo conversazioni rispettose tra gruppi diversi, siamo anche un spazio sicuro. Pertanto, non possiamo accettare eventi volti a finanziare un’agenda che, secondo i membri della nostra comunità, calpesta i diritti degli altri”.

Questa giustificazione fa parte di una tendenza crescente negli Stati Uniti a designare aule, intere università, centri comunitari, stanze speciali e ogni tipo di altro luogo come “spazi sicuri”. Questa sicurezza non si riferisce alla sicurezza fisica di coloro che sono presenti, ma alla garanzia che non saranno costretti ad ascoltare opinioni che non piacciono o a vedere persone che la pensano diversamente, il che potrebbe fare sentire “insicuri” .

In genere, questa sicurezza funziona solo in una direzione: escludere tutto ciò che rifiuta la cosiddetta Wake Up Culture. In questo caso, questa unidirezionalità degli «spazi sicuri» è evidente nel fatto che i pasti e gli eventi di Planned Parenthood, la multinazionale dell’aborto, si svolgono nel ristorante come di consueto. Il ristorante non ha spiegato perché in questo caso accettano eventi volti a finanziare un’agenda sull’aborto che, secondo alcuni membri della loro comunità, calpesta i diritti di altri.

Il gruppo “Democrats for Life of America” promuove la difesa della causa pro-vita all’interno del Partito Democratico, un compito che è diventato sempre più in salita negli ultimi decenni, poiché il Partito Democratico è passato dall’essere il partito tradizionalmente più vicino alla Chiesa cattolica alla promozione di un’ideologia rabbiosamente pro-aborto e favorevole a ogni genere di cause contrarie alla morale cattolica.

A causa di questa tendenza, i ‘Democratici per la Vita’ sono stati emarginati all’interno del loro stesso partito e oggi i Democratici pro-vita in entrambe le camere del Congresso degli Stati Uniti si possono contare sulle dita di una mano.

Colpisce che, negli Stati Uniti, paese in cui la moda ha iniziato a perseguire i fioristi o i pasticceri che non volevano partecipare con i loro prodotti ai “matrimoni” delle coppie omosessuali, possa, invece, discriminare apertamente persone che difendono il diritto alla vita degli americani più indifesi.

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments