Maria ha capito ciò che spesso, quando le cose ci vanno male, noi non comprendiamo


di don Ruggero Gorletti

COMMENTO AL VANGELO DI VENERDI’ 11 FEBBRAIO 2022

 

Apparizione della Beata Vergine Maria a Lourdes

Dal Vangelo secondo san Luca 1,41b-55

In quei giorni, Elisabetta fu piena di Spirito Santo ed esclamò a gran voce: «Benedetta tu fra le donne e benedetto il frutto del tuo grembo! A che debbo che la madre del mio Signore venga a me? Ecco, appena la voce del tuo saluto è giunta ai miei orecchi, il bambino ha esultato di gioia nel mio grembo. E beata colei che ha creduto nell’adempimento delle parole del Signore». Allora Maria disse:

«L’anima mia magnifica il Signore
e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore,
perché ha guardato l’umiltà della sua serva.
D’ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata.
Grandi cose ha fatto in me l’Onnipotente
e Santo è il suo nome:
di generazione in generazione la sua misericordia
si stende su quelli che lo temono.
Ha spiegato la potenza del suo braccio,
ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore;
ha rovesciato i potenti dai troni,
ha innalzato gli umili;
ha ricolmato di beni gli affamati,
ha rimandato a mani vuote i ricchi.
Ha soccorso Israele, suo servo,
ricordandosi della sua misericordia,
come aveva promesso ai nostri padri,
ad Abramo e alla sua discendenza, per sempre».

COMMENTO

«E beata colei che ha creduto nell’adempimento delle parole del Signore». Maria è beata anzitutto perché ha creduto: ha creduto che Dio non mente, ha dato fiducia a Dio, anche quando le circostanze sembravano dimostrare il contrario. Ha creduto che alle parole il Signore fa seguire i fatti. Ha creduto anche quando la vita sembrava dimostrare che Dio non stesse mantenendo le promesse. Maria ha capito ciò che spesso, quando le cose ci vanno male, noi non comprendiamo: Dio non si è dimenticato di ciò che ha promesso, o peggio ancora ha mentito. In realtà Dio ne sta solo differendo l’adempimento, oppure sta permettendo che sopportiamo un male parziale in vista di un bene maggiore.

La prospettiva però non può essere limitata a questa vita: la prospettiva vera delle promesse di Dio è quella della vita eterna. Oggi festeggiamo la Vergine di Lourdes: alla veggente Bernadette la Vergine disse che non sarebbe stata felice in questa vita, ma che lo sarebbe stata nella vita eterna. È questa la prospettiva che dobbiamo avere: quella della vita eterna, della quale la nostra esistenza terrena è solo una breve anticamera.

Chiediamo alla Vergine di darci un pochino della sua fede in Dio, perché è grazie a questa fede che il Signore ha potuto fare il lei grandi cose, e che potrà farle anche in noi, se lo vogliamo.

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments