Sacerdote amministra invalidamente battesimo per 20 anni


di Angelica La Rosa

HA USATO IL PLURALE “TI BATTEZZIAMO” INVECE DEL SINGOLARE “TI BATTEZZO”

Un sacerdote della diocesi di Phoenix (Arizona, USA) ha amministrato invalidamente da 20 anni il sacramento del battesimo, utilizzando una formula che non è quella prescritta dalla Chiesa. La diocesi ha reso pubblico l’accaduto e si è offerta di risolvere il problema ai fedeli colpiti.

Padre Andrés Arango battezzava con la formula “Noi ti battezziamo nel nome del Padre, e del Figlio, e dello Spirito Santo”. Ma l’uso del plurale invalida il sacramento. Ovviamente tocca anche la successiva ricezione di altri sacramenti, come l’Eucaristia e la Cresima.

Il sacerdote ha chiesto scusa attraverso una lettera ai suoi ex parrocchiani: “Sono rattristato nell’apprendere che ho eseguito battesimi non validi durante il mio ministero di sacerdote usando regolarmente la formula sbagliata. Mi rammarico profondamente del mio errore e di come questo abbia colpito numerose persone nella vostra parrocchia e altrove. Con l’aiuto dello Spirito Santo e in comunione con la diocesi di Phoenix, dedicherò la mia energia e il mio ministero a tempo pieno per aiutare a porre rimedio a questo. Per fare questo, ho rassegnato le dimissioni dalla mia posizione di parroco della parrocchia di San Gregorio a Phoenix”.

La diocesi ha pubblicato sul proprio sito web tutto ciò che riguarda la questione, compreso un questionario su cosa possono fare le persone colpite.

“Siamo rattristati nell’annunciare”, scrivono dalla diocesi, che “tutti i battesimi che ha eseguito fino al 17 giugno 2021 sono ritenuti non validi. I battesimi compiuti da padre Andrés dopo il 17 giugno 2021 sono presunti validi e non necessitano di essere ripetuti”.

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments