Il cardinale Hollerich ha dimenticato la scienza: nessuno “nasce gay”


di Angelica La Rosa

JENNIFER ROBACK MORSE (RUTH INSTITUTE): “QUANDO GLI UOMINI DI CHIESA RIMANGONO FEDELI AGLI INSEGNAMENTI BIMILLENARI POSSONO GUIDARE LA CULTURA VERSO LA VERITÀ E LA PACE AUTENTICA

Il cardinale lussemburghese Jean-Claude Hollerich, presidente della Commissione delle Conferenze episcopali dell’Unione europea (COMECE), recentemente ha sostenuto che “il fondamento sociologico-scientifico dell’insegnamento cattolico sull’omosessualità non è più corretto“.

La presidente del Ruth Institute statunitense, la dottoressa Jennifer Roback Morse, ha ribattuto che il cardinale Hollerich “non tiene il passo con la scienza. Sta ripetendo le affermazioni fatte dagli attivisti LGBTQ. Infatti per l’ideologia LGBTQ le persone sono ‘nate gay’ e nessuno può cambiare i propri schemi di attrazione sessuale, anzi sarebbe ‘pericoloso’ anche solo provarci“.

In realtà, ha spiegato la Morse, “questo poteva essere detto nel 1968. Ma oggi la scienza ha fatto così tante scoperte che si è capito chiaramente che nessuno nasce gay“.

Padre Paul Sullins, Senior Research Associate del Ruth Institute, ha recentemente spiegato che sull’omosessualità incide fortemente “l’ambiente di sviluppo di una persona (alimentazione, famiglia, amici, quartiere, religione e una miriade di altre condizioni di vita) influisce notevolmente sulla probabilità di adottare comportamenti o orientamento dello stesso sesso“.

Riguardo all’affermazione che le persone non possono cambiare i loro modelli di attrazione, la dottoressa Morse ha affermato che “molte persone sono state aiutate a liberarsi di un’attrazione sessuale indesiderata sia attraverso conversioni spirituali che attraverso sforzi terapeutici di cambiamento dell’orientamento sessuale. Ad esempio, Elizabeth Woning si è dichiarata lesbica quando aveva 20 anni. Successivamente ha abbandonato il lesbismo è si è felicemente sposata con un uomo. Ma i casi sono diversi“.

Inoltre, “ricerche recenti hanno smentito l’affermazione secondo cui gli sforzi di cambiamento dell’orientamento sessuale sono dannosi“, ha ricordato la Morse. “Quando gli uomini di Chiesa rimangono fedeli agli insegnamenti bimillenari della Chiesa cattolica hanno il potenziale per guidare la cultura verso la verità e la pace autentica. Ma quando seguono il mondo, inevitabilmente restano indietro e finiscono per sembrare sciocchi. Il cardinale Hollerich dovrebbe sostenere coloro che, attraverso legittime tecniche terapeutiche e la grazia di Dio, hanno cambiato i loro modelli di attrazione e di comportamento. Dovrebbe cessare di usare affermazioni non scientifiche obsolete per legittimare coloro che violano in flagrante l’insegnamento della Chiesa”.

Siamo stati messi qui per cambiare i tempi, non per cambiare con i tempi“, ha rimarcato la Morse.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments