Vittime di femminicidio, la “mistica del quotidiano” Madeleine Delbrêl e “Gli accordi di Teresa”


di Angelica La Rosa

IN OCCASIONE DELLA GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA TRE NOVITÀ LIBRARIE DELLE EDIZIONI SAN PAOLO

Le Edizioni San Paolo in occasione dell’odierna Giornata internazionale della donna propone nelle librerie tre interessanti novità. Si tratta di “E ‘l modo ancor m’offende. Voci di donne vittime di femminicidio” di Maria Dell’Anno (con Prefazione di Nadia Somma e Postfazione di Giovanna Ferrari), di “Madeleine Delbrêl. Fralezza e trascendenza” di Edi Natali (con Prefazione del teologo don Piero Coda) e del testo “Gli accordi di Teresa” di Alessandro Saporetti (con prefazione di Giuseppe Sovernigo).

Nel primo volume, “E ‘l modo ancor m’offende, Voci di donne vittime di femminicidio” (Cinisello Balsamo 2022, 224 pagine, euro 18) la giurista Maria Dell’Anno ricorda undici donne che non ci sono più. Undici voci di donne ricostruite con gli atti processuali e con testimonianze dirette. Undici donne che si tolgono il velo della violenza subita e ci raccontano la loro versione della storia. Le voci di queste undici vite spezzate ci aprono gli occhi e rispondono a domande che non possiamo evitare: Cosa pensavano queste donne della loro vita, dei loro uomini, del loro essere mogli e madri? Come hanno lottato per riacquistare una vita libera dalla violenza maschile? Chi poteva e doveva aiutarle? Cosa ha fatto per loro lo Stato di cui erano cittadine? Cosa deve cambiare nella nostra cultura e nel rapporto tra uomini e donne? E cosa può fare ciascuno e ciascuna di noi per cambiarlo?

Nel secondo testo, “Madeleine Delbrêl. Fralezza e trascendenza” (Cinisello Balsamo 2022, 336 pagine, euro 25) Edi Natali, docente di antropologia filosofica all’ISSRT Santa Caterina, ricostruisce – non solo per gli studiosi e i credenti – la vita e la spiritualità di una delle grandi donne protagoniste della vita ecclesiale e civile del XX secolo, insieme a Simone Weil e Chiara Lubich, per fare solo due esempi. Attingendo a piene mani agli scritti di Madeleine Delbrêl, e inserendoli nel contesto civile e sociale in cui ha vissuto colei che è stata definita “mistica del quotidiano”, l’autrice ci restituisce un percorso originalissimo di ricerca di Dio, a partire da una domanda decisiva: «Non sarà che tutti noi cristiani d’oggi ci siamo lasciati intimidire dal mondo?». Due sono le tentazioni mondane su cui la Delbrêl non smette di farci riflettere: il lasciarsi assorbire dalle esigenze del presente, dimenticando la destinazione all’eternità, e il dimenticare gli uomini di oggi, puntando su un domani felice. La risposta è semplice quanto impegnativa: «il cristiano non deve cadere in nessuna delle due tentazioni, ma deve portare su di sé il peso del mondo e di Dio». Quella della Natali è una “biografia” intellettuale che necessariamente ci provoca, quando siamo alla ricerca di una visione dell’umano non scontata, perfettamente cristiana e radicalmente umana.

Infine, nel volume “Gli accordi di Teresa” (Cinisello Balsamo 2022, 272 pagine, euro 18) don Alessandro Saporetti, parroco delle Comunità di S. Andrea Apostolo e Madonna degli Angeli in Cervia, ricorda che nell’incontro fra due anime, Teresa ed Ester, nasce una relazione speciale fra maestra e discepola, che pian piano conduce a un itinerario affascinante sempre più coinvolgente: la riscoperta di una presenza che abita la propria vita, quella di Dio. Essenziale diventa l’attrattiva dinanzi al mistero del cuore umano, che la monaca suscita nella ragazza ancora ai primi passi, prima di dischiuderla al così detto “mistero degli accordi”.

Attorno a questi accordi, svelati capitolo dopo capitolo, l’autore costruisce una “catechesi essenziale” per la vita cristiana, secondo una duplice scansione: – “gli accordi che fondano la vita cristiana”, percorribili da quei cristiani di buona volontà, come ad esempio la nostra Ester, in cui sboccia una profonda sete di conversione, perché si giunga a una crescita nella fede che prepari alla scelta di vita matura; – “gli accordi che elevano alla fede matura”, più elevati e non sempre raggiungibili da tutti. Sottesa a tutti gli accordi, è sempre la ricerca dell’Amato, essenziale per chiunque si approcci a questo percorso col cuore disponibile a rimettersi nelle mani di Dio Amore.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments