Yvan Colonna, il leader dell’indipendentismo corso più ricercato di Francia, è morto in ospedale dopo 19 giorni di coma


di Adolfo Morganti

LA MORTE IL 21 MARZO SCORSO DEL LEADER DELL’AUTONOMISMO CORSO YVAN COLONNA (1960-2022) GETTA UNA NUOVA DRAMMATICA OMBRA SULLA STORIA DELL’AUTONOMISMO CORSO. DEPRECHIAMO IL SILENZIO DEI GRANDI MEDIA CONTRO LA RECRUDESCENZA DELLA REPRESSIONE CENTRALISTA DELLA FRANCIA DI MACRON: LA CORSICA È IN RIVOLTA!

Dopo un’aggressione da parte di un detenuto jihadista – chiaramente istigata dalle competenti autorità – è morto in carcere negli ultimi giorni Ivan Colonna, esponente storico dell’autonomismo corso.

Questo significa che la Corsica, già in rivolta da settimane, bollirà a lungo.

Vergogna a tutti i mercanti di informazione che da settimane oscurano una rivolta di popolo questa sì ai nostri confini…

Da decenni continua la repressione dello stato giacobino francese contro la lingua, la cultura, le spinte all’autodeterminazione del popolo corso. Una lotta di popolo del tutto oscurata dai media italiani, così attenti – come sappiamo – alla difesa dei diritti umani a casa altrui.

 Una lotta di popolo che merita di essere ben conosciuta soprattutto a casa nostra, e per questo consigliamo a tutti gli Europei non mass-media-dipendenti la lettura attenta di un testo, Corsica! Le secolari battaglie di un piccolo popolo per la libertà, scritto dal più noto esponente dell’autonomismo corso del XX secolo, Edmond Simeoni (1934-2018).

Il libro illustra la storia dell’autonomismo corso e spiega il perché i corsi difendono la loro lingua, usi e tradizioni di una piccola isola, dalla posizione strategica nel Mediterraneo, che sta difendendo la propria autonomia nonostante le persecuzioni subite fino agli ultimi anni.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments