Chi non segue Gesù cammina nelle tenebre


di don Ruggero Gorletti

COMMENTO AL VANGELO DI LUNEDÌ 4 APRILE 2022


Dal Vangelo secondo san Giovanni 8,12-20

In quel tempo, Gesù parlò [ai farisei] e disse: «Io sono la luce del mondo; chi segue me, non camminerà nelle tenebre, ma avrà la luce della vita».

Gli dissero allora i farisei: «Tu dai testimonianza di te stesso; la tua testimonianza non è vera». Gesù rispose loro: «Anche se io do testimonianza di me stesso, la mia testimonianza è vera, perché so da dove sono venuto e dove vado. Voi invece non sapete da dove vengo o dove vado. Voi giudicate secondo la carne; io non giudico nessuno. E anche se io giudico, il mio giudizio è vero, perché non sono solo, ma io e il Padre che mi ha mandato. E nella vostra Legge sta scritto che la testimonianza di due persone è vera. Sono io che do testimonianza di me stesso, e anche il Padre, che mi ha mandato, dà testimonianza di me». Gli dissero allora: «Dov’è tuo padre?». Rispose Gesù: «Voi non conoscete né me né il Padre mio; se conosceste me, conoscereste anche il Padre mio». Gesù pronunziò queste parole nel luogo del tesoro, mentre insegnava nel tempio. E nessuno lo arrestò, perché non era ancora venuta la sua ora.

COMMENTO

«Io sono la luce del mondo; chi segue me, non camminerà nelle tenebre, ma avrà la luce della vita». Seguire Gesù significa vivere nella luce. Chi non segue Gesù, chi non ascolta la sua parola, chi non la mette in pratica, cammina nelle tenebre. Chi cammina nelle tenebre non sa dove si trova, dove sta andando, cosa sta succedendo intorno a lui. Può intuire qualcosa, ma certamente le tenebre non aiutano a comprendere cosa sta succedendo.

Vivere senza ascoltare e mettere in pratica la parola, la parola che troviamo nella sacra scrittura (e nel magistero autentico della Chiesa che la interpreta secondo verità) ci porta ad allontanarci dalla luce, a non comprendere il senso del nostro vivere, a lasciarci sopraffare dalle difficoltà, a perdere la pace e la gioia di vivere. Scegliere di vivere nella luce del Signore, anche se talvolta comporta rinuncia e sacrificio, ci aiuta a vivere meglio in questa vita, ad affrontare le difficoltà e i problemi con maggiore serenità, e soprattutto ci guida alla vita eterna.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments