Papa Francesco incontrerà le madri che chiedono l’abolizione del “Traditionis Custodes”


di Angelica La Rosa

MADRI DI SACERDOTI TRADIZIONALI COMPIONO UN PELLEGRINAGGIO A ROMA PER CHIEDERE PER I LORO FIGLI LA LIBERTÀ DI CELEBRARE SECONDO L’ANTICO RITO (VETUS ORDO)

Papa Francesco riceverà mercoledì 4 maggio, al termine dell’udienza generale, le madri dei sacerdoti tradizionali che stanno compiendo un pellegrinaggio da Parigi a Roma per chiedere la libertà di celebrare per i sacerdoti la Santa Messa Tradizionale e la revoca del motu proprio “Traditionis Custodes“.

La marcia, partita da Parigi il 6 marzo, ha già visto l’entrata in territorio italiano dei partecipanti, che arriveranno a Roma i primi giorni di maggio. Denominata “La Via Romana”, l’iniziativa delle madri dei sacerdoti che normalmente officiano nella forma straordinaria del rito romano, chiedono (a nome di tutti i cristiani legati alla celebrazione del rito tridentino, in piena comunione con la Chiesa) di potere essere ancora “guidati verso il cielo dalla ricchezza liturgica di questo rito“, di essere sostenuti “da sacerdoti che ci aiutano a crescere nella fede“, di volere “testimoniare la nostra umile partecipazione all’edificazione del regno di Cristo nel mondo“.

Secondo le donne questa forma di liturgia ancora oggi “porta tante anime al Signore” e ciò sarà una delle prime cose che diranno al Santo Padre Francesco il 4 maggio durante l’incontro in Piazza San Pietro, al quale parteciperanno poco dopo il loro arrivo a Roma.

Ringraziamo Dio di potere parlare con il Papa e consegnargli le nostre lettere. Esprimeremo al Santo Padre il nostro amore per la Messa tradizionale e la richiesta di revocare il Motu Proprio che può danneggiare tanti cattolici e indebolire l’apostolato di molti sacerdoti“.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments