Il fondo pro vita del Piemonte è una misura di civiltà

di Angelica La Rosa

IL NUOVO STRUMENTO DI AIUTO È DESTINATO ALLE DONNE IN DIFFICOLTÀ ECONOMICA CHE PORTANO A TERMINE LA GRAVIDANZA

Il consiglio regionale del Piemonte ha recentemente approvato il fondo “Vita nascente“. Voluto dall’assessore al welfare Maurizio Marrone, il nuovo strumento di aiuto è destinato alle donne in difficoltà economica che portano a termine la gravidanza.

Il fondo conta 400 mila euro destinati alle associazioni pro vita che operano nei consultori e impedirà un centinaio di aborti indotti da condizioni economiche precarie.

«In Piemonte ha vinto il diritto alla scelta delle donne e il diritto alla Vita dei nascituri, grazie ad una misura di civiltà e progresso proposta dall’assessore regionale alle politiche sociali Maurizio Marrone. Il fondo ‘Vita Nascente’ – che stanzia ben 400mila euro di sostegni alle gravidanze difficili e alla natalità – è un’iniziativa che sta dalla parte delle donne, delle famiglie e di chi non ha voce e vuole accogliere la Vita superando le difficoltà economiche e sociali. Auspichiamo che dopo il Piemonte anche altre regioni e città facciano lo stesso per aiutare le donne che non vorrebbero abortire», ha commentato Jacopo Coghe, portavoce di Pro Vita & Famiglia.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments