Per sostenere le opere in Terra Santa la musica dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme


di Giuseppe Adernò

DOPO DUE ANNI DI PAUSA FORZATA DOVUTA ALLE NORME GOVERNATIVE ANTI COVID RITORNA A CATANIA IL CONCERTO SINFONICO “PACEM IN TERRIS

Venerdì prossimo, alle ore 20, presso l’artistica Chiesa di San Giuliano a Catania  (via Crociferi 36), nella sede della locale sezione dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme, avrà luogo il Concerto Sinfonico dal titolo “Pacem in Terris“. L’evento, dopo due anni di pausa forzata dovuta alla pandemia, giunge alla sua undicesima edizione e viene organizzata per sostenere le opere in Terra Santa.

Protagonista della serata sarà l’Orchestra Sinfonica Catanese diretta dal M° Fabio Raciti nella qualità anche di commendatore e confratello dell’Ordine. Ad aprire il ricco programma di musiche classiche e sacre, sarà la Sinfonia n 1 in Do Maggiore op 21 di Beethoven e la Sinfonia n. 29 in La Maggiore K 201 di Mozart. Insieme all’ Orchestra che vede la partecipazione anche dei migliori allievi del Liceo Musicale Statale “G. Turrisi Colonna” di Catania, si affiancheranno la Corale Canticum Vitae diretta da Salvatore Signorello e la Corale San Giorgio, dell’ Associazione Nazionale della Polizia  di Stato sezione di Catania, diretta dal M° Giovanni Raddino. Tra i Solisti i Soprani Angela Curiale, Marzia Catania e Alessandra Oikonomoi, interpreteranno la Casta diva di Bellini il Panis Angelicus di Franck e il Regina Ceeli di Mascagni. Il repertorio spazierà dall’Overture di Norma alla Sinfonia del Nabucco.

L’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme è un’istituzione laicale posta sotto la protezione della Santa Sede e si prefigge lo scopo di rafforzare nei suoi membri la pratica della vita cristiana, di sostenere e aiutare le opere e le istituzioni della Chiesa Cattolica in Terra Santa nel senso più ampio del termine, e particolarmente quelle del Patriarcato Latino di Gerusalemme che include anche Cipro e la Giordania, sostenendo così la presenza cristiana nei territori che richiamano personaggi ed episodi della Bibbia.

La Sezione di Catania in particolare rivolge le sue attenzioni non solo verso i progetti dell’Ordine in Terra Santa, ma sostiene l’istituzione della Hogard Ninos Dios di Betlemme che raccoglie bambini e adolescenti con deficit fisici o mentali e con il supporto ad una borsa di studio per un seminarista di Gerusalemme intitolata al Card. Paolo Romeo, Gran Maestro della Luogotenenza Italia Sicilia, il quale sarà presente al Concerto insieme a Mons. Salvatore Gristina e all’Arcivescovo Luigi Renna. I Cavalieri del Santo Sepolcro collaborano con la Caritas Diocesana  anche per l’acquisto di farmaci e nei presidi sanitari dell’ambulatorio presso l’Help Center.

Su segnalazione della Curia, in periodo di epidemia da Covid, come ha dichiarato il Preside della Sezione dott. Sergio Sportelli, si è provveduto all’acquisto di buoni per la spesa, per le famiglie bisognose, collaborando con  un centro alimentare della grossa distribuzione di Misterbianco, che si è reso disponibile per aiutare un gruppo di circensi bloccati da oltre un anno di inattività.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments