La rottura della trasmissione generazionale della fede e altre problematiche odierne

di Angelica La Rosa

DAL 13 GIUGNO ARRIVA IN LIBRERIA LA CHIESA CHE VERRA’

Arriva in libreria il 13 giugno il nuovo libro del sacerdote Armando Matteo (docente di Teologia fondamentale alla Pontificia Università Urbaniana di Roma e segretario per la sezione dottrinale della Congregazione per la dottrina della fede) dal titolo “La Chiesa che verrà – Riflessioni sull’ultima intervista di Carlo Maria Martini” (Edizioni San Paolo 2022, 207 pagine, euro 18).

In questo volume l’autore cerca di raccogliere le provocazioni dell’ultima intensa intervista rilasciata da Carlo Maria Martini al Corriere della Sera pochi giorni prima di morire, in cui traccia le ragioni del presunto ritardo della Chiesa Cattolica, ancorata (secondo il card. Martini) ai ritmi e agli stili di vita di secoli fa e incapace di confrontarsi con la complessa situazione odierna.

Questo volume, aperto da una commovente lettera dell’autore al Cardinale, prova a raccogliere le provocazioni di quell’intervista ed evidenzia il mancato confronto, da parte dei pastori della Chiesa, con la complessa situazione odierna, a partire dalla rottura della trasmissione generazionale della fede, dalla radicale trasformazione delle famiglie, dalla nuova collocazione culturale e sociale delle donne, fino all’invasione di una “spiritualità giovanilistica” che inquina e corrompe ogni affare ed ogni affetto umani.

Questo, tuttavia, non vuole dire che non sia possibile operare quel cambiamento radicale richiesto da Martini, oggi soprattutto grazie alla spinta che Papa Francesco ha impresso al cammino ecclesiale, sin dall’inizio del suo pontificato.

È tempo allora di cambiare. È tempo di rimboccarsi le maniche e mettersi al lavoro per la Chiesa che verrà, non lasciando più risuonare nel vuoto l’interrogativo che, in punto di morte, il Cardinale Martini rivolse a ognuno di noi: «Che cosa puoi fare tu per la Chiesa?».

 

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments