La Santissima Trinità: il mistero più importante della vita cristiana


di don Ruggero Gorletti

COMMENTO AL VANGELO DI DOMENICA 12 GIUGNO 2022 – FESTA DELLA SANTISSIMA TRINITÀ

Dal Vangelo secondo san Giovanni (16, 12-15)

In quel tempo, disse Gesù ai suoi discepoli: «Molte cose ho ancora da dirvi, ma per il momento non siete capaci di portarne il peso. Quando verrà lui, lo Spirito della verità, vi guiderà a tutta la verità, perché non parlerà da se stesso, ma dirà tutto ciò che avrà udito e vi annuncerà le cose future. Egli mi glorificherà, perché prenderà da quel che è mio e ve lo annuncerà. Tutto quello che il Padre possiede è mio; per questo ho detto che prenderà da quel che è mio e ve lo annuncerà».

COMMENTO

È famoso un episodio capitato a Sant’Agostino, senz’altro molti di voi lo conosceranno. Rifletteva da lungo tempo sul mistero della Santissima Trinità, e passeggiando lungo la spiaggia, vedeva un bambino che con un cucchiaio prendeva l’acqua del mare e la metteva in una piccola buca scavata nella sabbia. Chiese al bambino: «Cosa stai facendo?». Il bambino rispose: «metto tutta l’acqua del mare nella buca!». Agostino rise e disse: «Pretendi forse di svuotare il mare così con un cucchiaio così piccolo?». E il bambino disse: «E tu pretendi forse di fare entrare un mistero tanto grande, come quello della Santissima Trinità, in un cervello piccolo come quello di voi uomini?». Il bambino scomparve. Era un angelo.

Questo episodio ci vuole dire che la Trinità è un mistero: non è qualcosa che va contro la ragione, ma che supera la ragione, che non si può comprendere completamente.

È il primo mistero fondamentale della fede cristiana, ci dice che Dio è unico nella sostanza, ma triplice nelle persone. Le tre persone, Padre, Figlio e Spirito Santo, sono persone distinte ma non separate, e formano un’unica sostanza, senza confusione.

La Trinità prende possesso di noi dal giorno del Battesimo, che ci viene imposto nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Ogni giorno il cristiano impone su se stesso il segno della Croce nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.

I misteri della vita del Signore, contemplati lungo l’anno, l’Incarnazione, nel Natale, la Passione e Morte, la Resurrezione e Ascensione al cielo, la discesa dello Spirito Santo, ci portano qui, a contemplare il mistero della Santissima Trinità, il mistero più importante della nostra fede, e quindi della nostra vita.

Perché la Santissima Trinità è il mistero più importante della nostra vita? Cosa dice in concreto questo mistero alla nostra vita? Il Padre è amore, il Figlio è amore, lo Spirito Santo è amore, l’unica sostanza, in cui le tre divine Persone sussistono, è l’amore. In questo si dimostra che noi siamo creati ad immagine e somiglianza di Dio, perché il nostro più grande bisogno è quello di amare e di essere amati. Dio è unico, ma è nella sua stessa natura relazione, e noi uomini non possiamo vivere senza relazioni. La fede cristiana, insegnataci da Cristo, ci insegna questa grande verità, che le altre credenze religiose non insegnano. Anche le religioni monoteiste, pensiamo per esempio all’Islam o anche all’Ebraismo, insegnano  che Dio è uno solo, ma solo il Signore Gesù Cristo, unico rivelatore del Padre, ci ha mostrato Dio come è veramente: unico ma aperto nella sua stessa natura alla relazione, perché la sua natura è amore.

È importante riflettere sulla Trinità, ma più importante ancora è piacere alla Santissima Trinità. A che serve tentare di esplorare un mistero, peraltro superiore alle nostre forze, se poi con il nostro comportamento e la nostra vita dispiacciamo alla Santissima Trinità? Senza l’amore per Dio e senza la sua grazia, a cosa servirebbe penetrare un mistero così profondo?

Lasciamoci guidare dalla creatura che più di ogni altra ha saputo vivere una vita del tutto ispirata alla Santissima Trinità: la Vergine Maria. Maria ha vissuto un rapporto intensissimo con la Trinità: è figlia del Padre, madre del Figlio, sposa dello Spirito. Maria, assunta in cielo anima e corpo, contempla da vicino la Santissima Trinità. Chiediamo che per Sua intercessione sappiamo vivere una vita conforme ai voleri della Santissima Trinità.

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments