Il monaco che sussurra agli asini


di Angelica La Rosa

ALEXANDRE SINIAKOV, UNA SPIRITUALITÀ VISSUTA IN ARMONIA CON LA NATURA E CON GLI ANIMALI

«Ero l’amico, il confidente, il fratello delle asine e dei cavalli che mi hanno insegnato l’obbedienza, la disciplina e l’umiltà. Condividevamo le promesse dell’alba, il torpore del mezzogiorno e il brivido di freddo dei vespri. Io li nutrivo ed essi mi erano riconoscenti; io li addestravo ed essi mi insegnavano la disciplina; io li amavo ed essi mi santificavano. Eravamo come dei frati di una comunità santa, come degli eremiti di Icaria, beati fra uguali, consacrati al Regno. Sono rimasto questo stesso uomo, semplice padre nel deserto, innamorato di servirle, le creature viventi che mi sono toccate. Ma attraverso i lavori, le prove e le pene, le gioie anche profane, le stagioni, i solstizi, gli accidenti del pascolo, i parti e le terribili agonie eccomi diventato il pastore dei miei animali. È un pastore, quello che io sono; monaco quando canto i salmi, prete quando celebro, allevatore quando addestro, curo e nutro: pastore delle pecore del Signore a ogni ora del giorno e per tutti i giorni della mia vita».

Raccontandoci la sua esistenza accanto alle sue bestie, il monaco Alexandre Siniakov nel libro “Il monaco che sussurra agli asini” (Edizioni San Paolo, Cinisello Balsamo 2022, 173 pagine, euro 16) offre le indicazioni per una nuova dimensione spirituale sostenibile, approfondendo la riflessione oggi decisiva sul rapporto tra uomo e animale, tra natura e mistero, tra gerarchia e fraternità, tra servizio e fiducia.

Si tratta di un libro che piacerà ai semplici e lascerà più di uno sconcerto nel cuore dei sapienti. Scrive Siniakov: «I cavalli non sono stati domati dall’uomo, ma hanno accettato di portarlo, ma hanno accettato di portarlo, come nell’aldilà porteranno gli angeli come nell’aldilà porteranno gli angeli e le armate celesti, e le armate celesti, perché vedono in noi, perché vedono in noi, buoni o cattivi che siamo, buoni o cattivi che siamo, una vivente immagine di Dio».

Alexandre Siniakov, nato a Stavropol (Russia) nel 1981, ha studiato alla Facoltà di teologia domenicana a Tolosa, prima di proseguire gli studi a Parigi, Cambridge (Gran Bretagna) e Lovanio (Belgio). È stato ordinato diacono nel 2003 e sacerdote nel 2004 a Vienna. Membro della rappresentanza della Chiesa ortodossa russa a Bruxelles, impegnato nelle relazioni ecumeniche ortodosse in Francia, dirige un seminario nei dintorni di Parigi.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments