Un libro che rompe parecchi luoghi comuni, primo fra tutti quello che l’àbito non faccia il monaco


di Angelica La Rosa

“DE HABITU SANCTO. LA FEDE FA L’ABITO”, UN LIBRO DI DON GIUSEPPE AGNELLO

“De habitu sancto. La fede fa l’abito”, di don Giuseppe Agnello (Linea Edizioni 2022, 276 pagine, € 15) è un testo che merita certamente d’essere letto.

Può, un libro rivolto a chi non indossa più la talare e l’àbito della sua consacrazione, diventare un libro di spiritualità? Può, una veste che si logora e passa, segnalare una verità eterna e che cambia la vita? Può una tradizione secolare, multiforme e che si adatta ai luoghi e alle persone, essere espressione dell’unica fede in Cristo Signore? Può un sacramentale di stoffa raccomandare al Cielo chi lo indossa e difendere dalle tentazioni chi lo ama?

A partire dalla propria intuizione e storia, ma attraverso la storia e le leggi e la vita ecclesiastiche, don Giuseppe Agnello risponde a tutte queste domande; offre la premessa di antropologia soprannaturale che conduce sia a una vita virtuosa sia ai segni; approfondisce e unifica il tema; difende da inconsistenti obiezioni l’uso dell’àbito; si appoggia a tanti fulgidi esempî; ed infine esalta e suggerisce il santo equilibrio cattolico.

“De habitu sancto” ovvero “La fede fa l’àbito” rompe parecchi luoghi comuni, primo fra tutti quello che l’àbito non faccia il monaco.

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments