Adesso le abortiste Usa possono andare ad uccidere i loro figli in territorio messicano


di Angelica La Rosa

LA BAJA CALIFORNIA E’ IL PRIMO STATO MESSICANO, AL CONFINE CON GLI STATI UNITI, AD AVER DEPENALIZZATO L’ABORTO

All’inizio di questo mese, la Marie Stopes Mexico Foundation ha allestito la sua prima struttura per aborti a Tijuana, a soli 10 chilometri dal porto di confine di San Ysidro, che conduce alla California.

Si tratta della nona clinica che hanno installato in territorio messicano e arriva dopo la riforma che, nell’ottobre 2021, ha reso la Baja California (una regione del Messico occidentale che si trova su una penisola, separata dal resto del paese da una lingua di mare) il primo e attualmente unico stato messicano al confine con gli Stati Uniti a depenalizzare l’aborto.

Dai primi giorni di apertura della clinica, ai primi di luglio, le donne, anche statunitensi, hanno cominciato a prenotarsi per uccidere i loro figli con l’aborto. Il direttore sanitario della Fondazione Marie Stopes Messico, Alfonso Gerardo Carrera Riva Palacio, ha riferito che i suoi assistiti sono donne, in genere, di età superiore ai 26 anni, l’80% di loro ha già figli, e si dichiarano “cattoliche”.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments